Un titolo azionario del Ftse Mib tra i più sottovalutati e con le più interessanti prospettive di crescita

cnh industrial

CNH Industrial e un titolo azionario del Ftse Mib tra i più sottovalutati e con le più interessanti prospettive di crescita. La società, infatti, è una delle più sottovalutate, con un rapporto “enterprise value to sales” a 0,53 per l’esercizio 2020. Questa sottovalutazione è confermata dall’analisi basata sui multipli del PE. CNH Industrial, infatti, presenta un PE che vale circa il 50% rispetto a quello medio del settore di riferimento. Inoltre negli ultimi 4 mesi, gli analisti hanno rivisto significativamente al rialzo le stime di vendita dell’azienda così come le loro stime di EPS approssimativamente al rialzo.

Prendendo come riferimento i fondamentali, quindi, ci sono tutti i presupposti per un rafforzamento del titolo che potrebbe trarre un’ulteriore spinta rialzista dalle voci che parlano dell’interesse di un’azienda cinese per Iveco, società controllata da CNH Industrial.

Notizie negative, però, potrebbero giungere dal fronte Nikola di cui CNH ha una grossa partecipazione. Secondo un report pubblicato da Hindenburg Research, infatti, quella di Nikola sarebbe “una frode complessa costruita su decine di menzogne”.

Nonostante la sottovalutazione e le interessanti prospettive di crescita, quindi, gli investitori interessati a CNH Industrial non devono mai abbassare la guardia.

Un titolo azionario del Ftse Mib tra i più sottovalutati e con le più interessanti prospettive di crescita: le aspettative dell’analisi grafica e previsionale

CNH Industrial (MIL:CNHI) ha chiuso la seduta del 2 ottobre in ribasso dello 0,72% rispetto alla seduta precedente a quota 6,59 euro.

La tendenza in corso è rialzista su tutti i time frame. Tuttavia sia sul giornaliero che sul settimanale non ha ancora compiuto lo scatto decisivo che potrebbe far raggiungere alle quotazioni obiettivi molto interessanti.

Sul mensile, invece, la tendenza è saldamente rialzista con massimi possibili guadagni prossimi al 100%. Tuttavia la partita decisiva si deciderà sui time frame inferiori.

O si assiste a un’accelerazione sul giornaliero prima e sul settimanale poi, oppure anche sul mensile i rialzisti potrebbero cedere.

I livelli da monitorare in chiusura di time frame sul giornaliero e sul settimanale, rispettivamente, sono 6,6239 euro e 6,7308 euro. Qualora questi livelli non dovesse essere superati entro le prossime barre, allora potremmo assistere a un’accelerazione ribassista che potrebbe avere un impatto negativo anche sul mensile. In quest’ultimo caso una chiusura mensile inferiore a 5,8578  euro farebbe invertire al ribasso la tendenza di lungo periodo.

Time frame giornaliero

cnh industrial

CNH Industrial: proiezione rialzista in corso sul time frame giornaliero. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi.

Time frame settimanale

cnh industrial

CNH Industrial: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi.

Time frame mensile

cnh industrial

CNH Industrial: proiezione rialzista in corso sul time frame mensile. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi.

Approfondimento

Nel breve periodo sono ancora da preferire operazioni al ribasso sul Ftse Mib Future, nel lungo i rialzisti tengono ancora

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te