Quando l’ospite deve essere risarcito perché si infortuna a casa tua?

pronto soccorso

Oggi analizziamo il caso di quando l’ospite deve essere risarcito perché si infortuna a casa tua.

Se si ha un ospite in casa, un amico, una persona di passaggio, la domestica e  malauguratamente si fa male in seguito ad una caduta, uno scivolone ecc., il proprietario è tenuto a risarcire l’ospite anche se non ha nessuna colpa dell’accaduto.

Analizziamo  alcuni casi  specifici.

Quando l’ospite deve essere risarcito perché si infortuna a casa tua

Un esempio potrebbe essere quando  si organizza una cena e per fare più spazio si spostano tavoli e tappeti ed uno degli ospiti, inciampa nel tappeto che non è stato tirato bene. Oppure  picchia la testa sul bordo del tavolo di vetro e va a finire al pronto soccorso, con tagli e punti di sutura.
Occorre quindi prestare attenzione a pavimenti scivolosi, agli spigoli e ai chiodi sporgenti. Tutti quei pericoli che ci sono in casa e che solo il proprietario può evitare perché, vivendoci tutti i giorni, li conosce e li evita.

La legge ritiene che il proprietario di casa, abbia una responsabilità oggettiva,  che non ha nulla a che vedere con la mala fede o la   colpa.

Il risarcimento economico, non spetta, soltanto quando l’infortunio dell’ospite è stato causato da una sua stessa disattenzione, da un comportamento imprevedibile e colpevole.
Se l’ospite, ad esempio, camminando non presta attenzione al tappeto inciampandoci e fratturandosi il braccio, questo non ha diritto al risarcimento da parte del proprietario. Il semplice motivo è  perché la caduta è stata causata dalla sua disattenzione.

Se la persona infortunata si è introdotta nell’abitazione, all’insaputa o senza il consenso del proprietario, questa non potrà imputare alcun danno al proprietario di casa. Ad esempio se la propria domestica si porta un amica nella casa del proprietario, in sua assenza e senza che questo ne sia a conoscenza, e questa subisce un danno fisico, non avrà diritto a nessun risarcimento.

Ricapitolando, concludiamo dicendo che:

chi subisce un’incidente domestico in casa d’altri, per colpa non addebitabile alla propria disattenzione, ha diritto ad essere risarcito.
Se la caduta invece è stata causata dalla poca attenzione dell’ospite, questo non avrà diritto al risarcimento.
Il consiglio, per chi ha subito  un incidente domestico, è di rivolgersi a un avvocato per far valere i propri diritti.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te