Una tecnica infallibile per alzarsi al mattino con umorismo

risveglio

Molti hanno difficoltà ad alzarsi dal letto al mattino. Questi pochi secondi di buon umore, daranno sicuramente la forza per una sveglia più motivata, spiegando una tecnica infallibile per alzarsi al mattino con umorismo.

Alzarsi al mattino un impegno difficile

“Il mattino ha l’oro in bocca”, dice il proverbio. Non a tutti, però, è dato di avere le forze e le motivazioni sufficienti per quello che alcuni considerano un vero e proprio exploit: riuscire ad alzarsi presto il mattino e senza indugi.

Alcune persone, si sa, sono mattiniere per natura. Ma altre invece, fanno non poca fatica ad alzarsi dal letto. È proprio a queste persone che dedichiamo questi consigli di una estrema praticità.

Come utilizzare la sveglia

Se la sveglia che abbiamo non è sufficiente per farci alzare dal letto, è meglio procurarsene una che abbia una suoneria più decisa. Collocare perciò la sveglia sul comodino e provare al mattino come va? Se il risultato fosse ancora negativo, allora provare ad allontanare la sveglia, ponendola su una sedia non molto lontana dal letto.

Questo sistema ci permette di scendere e lasciare la morsa di Morfeo, almeno per qualche secondo. Se anche questo sistema, dovesse rivelarsi insoddisfacente, perché nonostante tutto si ritornasse a dormire, allora si potrebbe procedere nel modo seguente.

Una tecnica infallibile per alzarsi al mattino con umorismo. Variare il percorso

Si potrebbe pensare di fare un po’ come avviene con i test delle autovetture. Variare il percorso sembrerebbe una buona idea. In questo caso, la sveglia bisogna metterla sulla sedia ancora più lontana dal letto, frapponendo fra i due diversi ostacoli, come libri, sgabelli e altro materiale non pericoloso. Il fatto di passare fra gli ostacoli per spegnere la sveglia, dovrebbe farci muovere di più e darci più voglia di restare in piedi.

Usare la finestra

Se ancora questa tecnica non bastasse a vincere la nostra pigrizia, allora mettere la sveglia, vicino alla finestra e scrivere sul vetro: Sono un vigliacco/a! Al mattino seguente, scendere dal letto, fare il percorso a gimkana, raggiungere la sveglia e leggere la scritta. Se si dovesse gridare: “Sì, sono un vigliacco!” e ritornarsene a letto, allora in questo caso conviene chiedere qualche consulto a uno specialista del caso.

Per usare degli aiuti tecnologici per alzarsi o addormentarsi, si legga qui.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te