Sapere a chi e cosa scrive o con chi parla un nostro contatto quando è online su WhatsApp da oggi è possibile

whatsapp

La curiosità fa parte dell’animo umano. Ebbene tutti almeno una volta nella vita si sono chiesti con chi starà scambiando messaggi in quel momento il partner, l’amico o il familiare quando si vede online su Whatsapp.

Da oggi è possibile dare risposta a questi dubbi e c’è più di un modo per ottenere le informazioni.

Myspy, WhatsApp agent e Cerberus

Dunque se vogliamo sapere a chi e cosa scrive o con chi parla, sebbene sia una palese violazione della privacy ed eticamente poco corretto, possiamo ricorrere all’aiuto di alcune applicazioni.

Fra queste una delle più famose è Myspy. Quest’applicazione è disponibile su Play Store per i cellulari con sistema Android sia sugli iPhon e iPad. Una volta scaricata si potrà accedere a tutti gli SMS inviati, ricevuti e cancellati. Sarà visibile anche il registro delle chiamate in entrata ed in uscita e la localizzazione GPS con l’elenco degli itinerari. Anche tutte le applicazioni di messagistica e l’attività sui social saranno rendicontate automaticamente ogni 5 minuti. È diffusa fra i genitori che vogliono salvaguardare i figli minori da spiacevoli imprevisti in cui possono incorrere alle loro prime armi con il grande Mondo del web.

Altra possibilità di investigare sui movimenti di un contatto viene offerta da WhatsApp agent. Anche questa applicazione si può scaricare su tutti i dispositivi. Una volta eseguito il download si potrà monitorare l’attività di WhatsApp da remoto. Basterà inserire il nome ed il numero del contatto e cliccare su “Segui”.

Sapere a chi e cosa scrive o con chi parla un nostro contatto quando è online su WhatsApp da oggi è possibile

Diversa è la storia di “Cerberus”. Questa applicazione infatti nasce con lo scopo di proteggere i nostri dispositivi da un eventuale furto. Infatti permette di geolocalizzare l’apparecchio. Tuttavia se usata opportunamente può fornirci molte informazioni. A differenza delle precedenti “Cerberus” non lascia tracce di sé. Infatti una volta installata si può far sparire l’icona dalla griglia del menù. Accedendo poi con una password da qualsiasi dispositivo si otterrà l’esatta posizione del contatto che decidiamo di monitorare ed ogni attività del dispositivo.

Infine la più famosa possibilità offerta da WhatsApp che è il controllo dal web. Per questo basterà aprire i tre puntini in alto a destra, selezionare “dispositivi collegati” ed inquadrare il Qr code. Così si riuscirà a monitorare in tempo reale tutti i messaggi inviati e ricevuti.

Il Consiglio

Sapere a chi e cosa scrive un nostro contatto non è dunque impossibile. In linea di massima consigliamo ai nostri Lettori di non lasciare incustodito il proprio smartphone. Una distrazione di qualche minuto infatti potrebbe consentire la violazione della privacy e della nostra riservatezza.

Lettura consigliata

WhatsApp aggiunge 5 nuove funzionalità assolutamente da provare che molti ancora non hanno scoperto

Consigliati per te