Sale l’attesa in Borsa per il dato dell’inflazione in Europa e a Piazza Affari s’inizia a sussurrare una parola magica

mercati azionari

Dopo la seduta di ieri, tra gli analisti inizia a girare sottovoce una parola che ai mercati piace: rally estivo. Ieri i mercati azionari europei hanno chiuso con un rialzo di poco superiore al mezzo punto percentuale, quindi non è stata una seduta particolarmente eccezionale. Ma la performance positiva dei listini del Vecchio Continente è stata significativa per due motivi. Prima di tutto perché è arrivata nonostante due notizie non particolarmente positive per i mercati.

La prima notizia poco favorevole ai mercati ha confermato che la corsa dell’inflazione in Germania prosegue. La seconda notizia poco positiva è stata la dichiarazione del capo economista della BCE Philip Lane. Lane ha anticipato un possibile doppio rialzo di un quarto di punto percentuale del costo del denaro in Europa. Secondo il capo economista la Banca centrale europea è pronta per attuare un doppio incremento del costo del denaro. Il primo arriverà nella riunione di luglio e il secondo in quella di settembre. Ecco perché analisti e investitori attendono con una certa ansia il dato di oggi dei prezzi al consumo nell’area euro e nell’Unione europea.

Sale l’attesa in Borsa per il dato dell’inflazione in Europa e a Piazza Affari s’inizia a sussurrare una parola magica

L’altro elemento che ha reso significativo il rialzo delle Borse è stata la chiusura di Wall Street nella seduta di venerdì. Ieri la Borsa americana era chiusa perché gli Stati Uniti festeggiavano il memorial day. Tuttavia Wall Street con la chiusura di venerdì ha comunque influenzato l’andamento dei listini UE.

Le Borse europee ieri sono salite anche in funzione della strepitosa giornata del 27 maggio. L’S&P 500 ha guadagnato il 2,4% e il Nasdaq è salito del 3,3%. Quella seduta è arrivata dopo altre due precedenti chiusure in forte rialzo. Questa forte inversione dopo settimane di calo, fa ipotizzare agli operatori la possibilità che la Borsa USA abbia terminato la discesa. Se Wall Street tornerà a risalire nelle prossime settimane è possibile che sui mercati azionari europei possa scattare il rally estivo.

Così sale l’attesa in Borsa per il dato dell’inflazione che se fosse migliore delle previsioni potrebbe scatenare gli acquisti. Magari anche a Piazza Affari che ieri non ha avuto una seduta molto brillante. L’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) ha chiuso con un guadagno dello 0,7% a 24.808 punti. Grazie a questo rialzo l’indice ha chiuso l’ultimo gap rimasto aperto dalla seduta del 22 aprile. Adesso i prezzi hanno di fronte l’ostacolo in area 25.000 punti. Il superamento di questo ostacolo potrebbe spingere l’indice verso area 25.500 punti, realizzando così il valore massimo dal 1° marzo di quest’anno.

Al ribasso per la seduta di oggi occorre monitorare la soglia di 24.500 punti. Un’eventuale discesa dei prezzi sotto questo livello indebolirebbe il trend rialzista di brevissimo periodo che è in atto dal 25 maggio. Un calo sotto questo livello potrebbe riportare il Ftse Mib in area 24.100/24.200 punti.

Approfondimento

I mercati azionari sparano al rialzo oppure quello in corso si rivelerà un falso segnale?

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te