Questo piccolo accorgimento quotidiano nella scelta della beauty routine contribuisce alla salvaguardia dell’ambiente e a essere più belle

pelle

Prendersi cura di sé attraverso la beauty routine, i gesti rituali che dedichiamo a noi stessi la mattina appena svegli e la sera prima di addormentarci, è un momento prezioso oltre che indispensabile per il benessere della nostra pelle. Non solo: ha un impatto anche a livello psicologico perché ci fa sentire meglio, oltre che più belli. Queste azioni quotidiane, però, possono avere un impatto negativo sull’ambiente. Basti pensare all’utilizzo di prodotti monouso, a materiali non biodegradabili. Tutti elementi che non fanno altro che aumentare la quantità di rifiuti prodotta. Nel nostro piccolo, però, possiamo provare a essere più consapevoli. Questo piccolo accorgimento quotidiano nella scelta della beauty routine contribuisce alla salvaguardia dell’ambiente e a essere più belle.

I gesti della beauty routine ideale

Per ciascun tipo di pelle, ci sono gesti imprescindibili che rendono una beauty routine davvero ideale. Innanzitutto, la pulizia. Sia al mattino che la sera prima di andare a letto, il primo momento consiste nel rimuovere dalla cute ogni residuo di trucco e le impurità, con un detergente delicato, che rispetti il tipo di pelle. L’acqua micellare è perfetta per tutti. A seguire, bisogna idratare la pelle, dal momento che perde costantemente acqua attraverso la sudorazione e le aggressioni esterne. Sieri, gel e creme più o meno corpose vanno scelti a seconda del tipo di pelle. Dopo la pulizia e l’idratazione, è necessario applicare il siero sul viso e sul collo, picchiettandolo con i polpastrelli, senza massaggiare.

E’ poi il turno della crema, indispensabile per le pelli secche, non sempre per quelle grasse o miste. Un’attenzione particolare va dedicata al contorno occhi, zona molto delicata e che più facilmente manifesta i segni del tempo: per questo è necessario utilizzare una crema che contenga principi attivi ad azione drenante oltre che idratante e lenitiva. Infine, per concludere, prendiamoci qualche momento per la coccola di un massaggio delicato a collo e decollete, spesso dimenticati nella nostra routine quotidiana.

Questo piccolo accorgimento quotidiano nella scelta della beauty routine contribuisce alla salvaguardia dell’ambiente e a essere più belle

Anche le scelte che facciamo prendendoci cura di noi hanno un impatto sull’ambiente. Nel nostro piccolo, quindi, possiamo provare a cambiare le cose a partire dalle scelte quotidiane: basta davvero un piccolo accorgimento per contribuire alla salvaguardia dell’ambiente. Convertirsi a una beauty routine costituita da prodotti solidi, vale a dire completamente (o quasi) privi d’acqua, ha molti impatti positivi sull’ambiente. Innanzitutto, per produrli servono meno spazio e per la distribuzione meno viaggi, che significa riduzione delle emissioni di CO2 dei mezzi di trasporto. Non solo, questi prodotti durano di più e sono molto più leggeri: se prendiamo come esempio gli shampoo liquidi, vediamo che sono composti per l’80-90% di acqua, perciò quelli solidi sono meno pesanti, più facili da trasportare sia per il produttore che per il consumatore.

Per questo motivo, infatti, i prodotti waterless sono molto più comodi da portare in viaggio: saponette, polveri e barrette occupano meno spazio e si possono portare nel bagaglio a mano. Oltre a preservare l’ambiente, questi prodotti sono anche molto più efficaci perché sono più concentrati. Via libera quindi a shampoo e balsamo solidi, esfoliante in polvere e detergente viso in saponetta

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te