Quali beni non rientrano nella comunione legale dei coniugi?

coniugi

Gli Esperti di Redazione rispondono ai Lettori che si chiedono quali beni rientrano nella comunione legale dei coniugi. Conviene ricordare difatti che secondo l’articolo 159 del Codice civile il matrimonio presuppone che i coniugi  siano contitolari dei beni. Il che significa che il regime patrimoniale alla base del matrimonio secondo la giurisprudenza italiana prevede la comunione dei beni. Ciò tuttavia “in mancanza di diversa convenzione stipulata a norma dell’articolo 162” che invece prevede la facoltà di optare per la separazione dei beni. Decisione questa che il coniuge o entrambi i coniugi prendono al momento della stipula del contratto matrimoniale o anche in seguito.

Quel che ciascun coniuge acquista nel corso della vita matrimoniale è da ritenersi di proprietà di entrambi? L’altro coniuge può accampare pretese di possesso ed eventualmente quali beni non rientrano nella comunione legale dei coniugi? Se il regime patrimoniale che marito e moglie scelgono è quello della comunione allora i beni sono di comproprietà. Pertanto se acquistate un qualunque bene che può essere una semplice automobile o un appartamento anche il vostro coniuge ne acquisirà la titolarità. Per i soldi in giacenza presso un istituto bancario potrebbe tornare utile la lettura dell’articolo “Conto corrente cointestato. Cosa succede in caso di separazione?”

Quali beni non rientrano nella comunione legale dei coniugi?

Di proprietà esclusiva del coniuge sono i beni che si ereditano prima o dopo il matrimonio, eccezion fatta per disposizioni specifiche e diverse. Oltre a ciò il patrimonio che già prima delle nozze era di proprietà di uno dei due coniugi. Non confluiscono nella comunione legale neanche il rimborso o il risarcimento che uno dei due ottiene a seguito di danno o incidente. Così come non esiste la comproprietà di un trattamento previdenziale per inabilità al lavoro parziale o totale che sia.

Fra i beni che non cadono nel regime di comunione vi sono anche gli oggetti strettamente personali come vestiario, accessori e beni relativi a hobby. Occorre tuttavia sottolineare che gioielli, preziosi e pellicce, proprio in virtù del loro valore economico, rientrano nella comunione legale dei coniugi.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te