Non sottovalutare questi sintomi perché potrebbe essere infarto silenzioso

uomo

Non tutti sanno che le avvisaglie d’infarto si manifestano con modi diversi nell’uomo e nella donna.  Inoltre a partire dai 50 anni l’infarto per la donna è mortale, a differenza dell’uomo. Riconoscerne i sintomi, dunque, ci salva la vita. Ecco perché non bisogna sottovalutare questi sintomi perché potrebbe essere infarto silenzioso.

Il sintomo più conosciuto dell’infarto

Se ci chiedessero come si fa a riconoscere un attacco di cuore, senza dubbio risponderemmo indicando quello che è il sintomo più classico dell’infarto. Cioè un forte dolore al petto.

Non tutti sanno però che l’infarto non si manifesta in questo solo modo. Ci sono infatti altri sintomi premonitori e conoscerli certamente può salvare la vita.

Come si manifestano le avvisaglie d’infarto silenzioso

Può succedere di avere un principio d’infarto senza accorgersene. Questo tipo di infarto si chiama “silenzioso”. Ci sono dei sintomi, avvertiamo dei disagi nel nostro corpo, ma non diamo loro importanza. Non pensiamo assolutamente che siano i segni premonitori di un infarto. Riconoscere questi sintomi, perciò, è di fondamentale importanza.

Non sottovalutare questi sintomi perché potrebbe essere infarto silenzioso

Un infarto per la donna a partire dai 50 anni, è molto probabilmente mortale. Invece per l’uomo è meno rischioso. Non è solo l’unica differenza. In effetti, i sintomi dell’infarto per l’uomo e per la donna, anch’essi sono un po’ diversi, secondo una ricerca della McGill University Health Centre. Ma vediamo qui quelli dell’infarto silenzioso, quello che passa inosservato.

Si manifestano vari sintomi, che spesso sono confusi con segnali dovuti allo stress. Si sperimenta una specie di pressione al torace, accompagnata da dolore al braccio. O anche una sorta di bruciore alla bocca dello stomaco. Segue sudorazione fredda, accompagnata da nausea e vertigini. Mancanza di respiro e affanno. Ad esempio, se spingere l’aspirapolvere causa affanno, quando invece ordinariamente non lo dà, allora è necessario un controllo.

All’apparire di ognuno di questi sintomi, è necessario rivolgersi immediatamente ad un medico o recarsi al pronto soccorso.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te