Multe a gogò per questi nuovi divieti entrati in vigore a novembre che ci costeranno cari

parcheggi

Sulla scia dei rincari in bollette di luce e gas e di questi altri aumenti sulla vita quotidiana, continuano gli aumenti dei quali non tutti, magari, sono a conoscenza. La Legge del 9 novembre 2021, n. 156, di conversione del Decreto Legge “Infrastrutture” del 10 settembre 2021 n. 121, ha modificato alcuni articoli del Codice della Strada.

Pochissimi giorni fa, dunque, è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – Serie Generale n. 267, ed è entrata in vigore il giorno successivo. Ciò significa che la regolamentazione stradale precedente era in vigore fino alla modifica dei suoi articoli.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Non tutti gli articoli del Codice della Strada hanno subito delle modifiche. Solo per alcuni, infatti, sono previste multe a gogò per questi nuovi divieti entrati in vigore a novembre che ci costeranno cari. Andiamo subito a scoprire di quali si tratta.

Il nuovo Codice della Strada

Fermo restando che il Team di ProiezionidiBorsa si è già occupato della questione, descrivendo le tematiche modificate per cui le multe sono aumentate in questo articolo, il nuovo Codice prevede anche queste importanti modifiche:

  • Strisce pedonali. L’articolo inerente prevede che bisogna arrestare l’automobile quando avviene un attraversamento pedonale. Fin qui nulla di nuovo. La novità, invece, consiste nel fatto che bisogna fermarsi anche nel caso in cui il pedone si trovi in prossimità delle strisce e che, quindi, la sua intenzione sia quella di attraversare;
  • pubblicità sessiste e lesive del rispetto delle libertà fondamentali. Il nuovo Codice afferma espressamente il divieto di pubblicità sessiste e/o dal contenuto violento che ledono il rispetto delle libertà fondamentali riconosciute dalla Costituzione;
  • passaggio a livello. Il nuovo Codice Stradale conferma il divieto di attraversamento del passaggio a livello che sarà rilevato automaticamente dall’apposita strumentazione in termini di accertamento;
  • divieto di circolazione per i mezzi M2 e M3 Euro 1, Euro 2, Euro 3. Questo divieto entrerà in vigore a giugno 2022 per quanto riguarda gli Euro 1, l’anno successivo toccherà agli Euro 2 fino ad arrivare al 2024 terminando con gli Euro 3.

Multe a gogò per questi nuovi divieti entrati in vigore a novembre che ci costeranno cari

Oltre a questi nuovi divieti e modificazioni, ci sono quelli che riguardano: il divieto di parcheggio nei posti riservati ai disabili per cui non solo aumenta la multa ma saranno decurtati 6 punti dalla patente. L’introduzione dei parcheggi rosa per le donne in stato di gravidanza e per le famiglie con bambini fino a 2 anni, nonché i parcheggi gratuiti sulle strisce blu per i disabili previsto all’inizio del nuovo anno. Multe salate per chi sarà sorpreso con le mani non sul volante ma alle prese con dispositivi elettronici; nonché per chi conduce la moto se l’altra persona non indossa il casco.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te