La corsa per trovare la prossima Tesla ed investirci prima di altri

Tesla

Gli investitori e le grandi case automobilistiche stanno versando denaro nelle startup di veicoli elettrici alla ricerca della prossima Tesla. E lo stanno facendo con la speranza di incassare una grossa cifra nel futuro prossimo. Un’azienda sta attirando più attenzione di molte altre. Si chiama Nikola. E non a caso. Visto che, come la Tesla, si ispira al geniale fisico e inventore serbo. Di più. Nikola si chiama così proprio per sfruttare l’enorme successo e l’entusiasmo che si è generato intorno alla Tesla di Elon Musk. La corsa per trovare la prossima Tesla ed investirci prima di altri è aperta. Chi sarà il vincitore?

L’interesse su Nikola rappresenta un trend più ampio del mercato. Investitori e grandi case automobilistiche sono alla ricerca di un pezzo di startup di veicoli elettrici. Il tutto per trovare la prossima Tesla. La storia di Nikola è una storia di “paura di perdere l’occasione”. Nicola è la prossima Tesla? Nikola è la scommessa che devo fare oggi? Che non ho fatto prima o che voglio fare di nuovo? Nessuno può dirlo con certezza.

Al momento sia Nikola che Tesla stanno scommettendo su un settore che promette di essere molto interessante. Il mercato dei camion. Per una transizione dal diesel all’elettrico puro la Tesla. Per una verso un misto di elettrico e celle di combustibile a idrogeno la Nikola. Entrambe le case stanno cercando non solo di battere il diesel in ogni categoria. Ma anche di farlo a zero emissioni.

La corsa per trovare la prossima Tesla ed investirci prima di altri

Il problema per Nikola è che sembra non sia in grado di materializzare le proprie promesse. E questo perché la tecnologia dell’idrogeno è ancora troppo cara. Ed ancora troppo costosa da realizzare come rifornimenti lungo le strade. Quindi qualche investitore sta incominciando a storcere il naso. E l’AD e fondatore della società, Trevor Milton, è stato costretto a dimettersi. Lo ha fatto a seguito dei sospetti di un venditore allo scoperto, la Hindenburg Research. Che ha detto che Nikola è solo ” chiacchiere e distintivo”, per citare una famosa battuta de “Gli Intoccabili”. In pratica, solo una elaborata truffa.

Ma Nikola non è l’unica casa automobilistica che ambisca ad essere la prossima Tesla. E, soprattutto, ad avere lo stesso successo. Nello stesso settore dei camion elettrici ci sono altri player. Alcuni innovativi, come Navistar e BYD. Ed altri già grossi produttori di auto e camion tradizionali, come Volvo e Daimler, cioè il gruppo Mercedes.

Sia come sia, la corsa è aperta. Ed anche se il giocatore più promettente di questa partita sembra stia perdendo colpi, la corsa per il futuro delle auto e dei camion elettrici è appena iniziata. E nessuno potrà dire chi vincerà. Neanche gli investitori che finora hanno versato soldi in quello che per molti è un sogno. E, per qualche giudice che sta incominciando ad indagare, forse solo una truffa.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te