In scadenza questa interessante agevolazione di pagamento, ancora pochissimo tempo per ottenerla

Decreto Rilancio

In questo articolo vogliamo analizzare il messaggio 3331/2020 dell’INPS inerente la possibile rateizzazione del proprio debito contributivo. Infatti, è in scadenza questa interessante agevolazione di pagamento, ancora pochissimo tempo per ottenerla e non incorrere in aggravi di spesa. L’INPS ha fissato il termine per mercoledì 30 settembre. Per comprendere le finalità del messaggio dell’Ente previdenziale è necessario approfondire alcuni punti del Decreto Agosto. Il Governo aveva previsto una sospensione di alcuni oneri tributari per le imprese in difficoltà. Si tratta di una delle manovre a supporto delle piccole e medie imprese italiane in grave difficoltà durante i periodi di chiusura forzata. Ricordiamo che i pagamenti in un’unica soluzione non sono più effettuabili. La scadenza prevista per questa modalità di pagamento era il 16 settembre scorso.

Alcune agevolazioni di pagamento per i cittadini

L’articolo 97 del Decreto 104/2020, noto anche come Decreto Agosto, ha disposto alcune agevolazioni di pagamento per i cittadini. In particolare, i contribuenti potranno optare per una rateizzazione del proprio debito contributivo senza alcun onere. Ricordiamo che il precedente DL 23/2020 aveva previsto la possibilità di sospendere i versamenti IVA, previdenziali e le addizionali locali. Gli imprenditori particolarmente colpiti dalla crisi finanziaria da Coronavirus erano i destinatari della norma. Le imprese beneficiarie di queste agevolazioni devono aver registrato una contrazione di almeno il 33% del fatturato durante il periodo del lockdown.

In scadenza questa interessante agevolazione di pagamento, ancora pochissimo tempo per ottenerla

I contribuenti potranno presentare una richiesta di dilazione del debito fino a 24 rate mensili a partite dal 2021. Il Decreto prevede la possibilità di rateizzare il 50% del proprio debito in quattro rate. La restante metà sconterà una possibile ulteriore dilazione in 24 rate. Il contribuente pagherà solo l’importo della tassazione dovuta senza alcun costo, mora o interesse.  La domanda di rateizzazione va inviata all’INPS esclusivamente attraverso modalità telematiche. La voce da selezionare sul sito dell’Ente è “rateizzazione contributi sospesi emergenza epidemiologica Covid”. Successivamente i contribuenti dovranno predisporre i pagamenti tramite modello F24. Ricordiamo che le tutele previste dal Decreto Agosto riguardavano non solo le imprese ed i loro dipendenti ma anche i disoccupati. Per questi ultimi il Governo aveva garantito una proroga dell’indennità di disoccupazione di cui avevamo parlato in uno specifico approfondimento.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te