Il misterioso bonus per avere uno smartphone gratis

smartphone

Nella Legge di Bilancio è stato introdotto un emendamento che prevede di avere un smartphone gratis. Più precisamente si fa riferimento a un dispositivo mobile con connessione internet in comodato d’uso. Vediamo i dettagli.

Tra le miglia di emendamenti spunta quello per avere un cellulare gratis

La marea di emendamenti che sta colpendo la Legge di Bilancio per il 2021, ad un passo dal traguardo, prevede una pioggia di bonus. Un po’ per tutto e per tutti, per soddisfare piccoli e piccolissimi interessi di parte.

A volte mance per assicurarsi il voto di alcune frange di elettori, a scapito del resto della popolazione. Un assalto alla diligenza che ha dell’indecoroso, specialmente in un momento come questo di grande difficoltà del Paese.

Tra i bonus che più stanno facendo discutere, c’è quello per lo smartphone in comodato d’uso. Una norma, prevista nelle Legge di Bilancio, prevede un fondo di 20 milioni di euro per l’acquisto di un dispositivo mobile.

Vediamo di cosa si tratta e come fare ad averlo. E poi vediamo le critiche che sono state mosse a questo provvedimento.

Il misterioso bonus per avere uno smartphone gratis

Il provvedimento è contenuto in un emendamento e sarà effettivo solamente con l’approvazione della Legge di Bilancio per il 2020. Il bonus prevede che una famiglia possa avere per un anno un cellulare in comodato d’uso, ma a precise condizioni.

Prima di tutto l’ISEE della famiglia non deve superare i 20mila euro. Uno dei componenti della famiglia deve essere uno studente delle scuole o dell’università. Occorre avere lo spid. Una famiglia può avere solo un apparecchio.

Il bonus prevede un dispositivo mobile (quindi anche un tablet), in comodato d’uso per un anno, con connessione internet. Inoltre prevede un abbonamento on line a due organi di stampa.

Perché si parla di misterioso bonus per avere uno smartphone gratis? Perché nulla si sa, sia sul valore del bonus, sia su come poterlo ottenere. Tutto è rimandato ad un successivo decreto che ne stabilizzi le modalità per potere usufruire del sussidio.

Una iniziativa molto criticata

Anche se non si sa esattamente a quanto ammonterà il bonus, secondo il Professor Maurizio Dècina, solo il 10% delle famiglie ne potrà usufruire. Infatti, 20 milioni di euro, potranno al massimo soddisfare le richieste di 200mila famiglie, contro i 2 milioni che hanno i requisiti per richiederlo.

In attesa di saper di più su questa iniziativa, molti si fanno domande sulla sua validità. In un Paese dove tutti hanno un cellulare a partire dai 14 anni, non sarebbe stato più utile finanziare l’acquisto di notebook o tablet? Se lo domanda il professor Francesco Sacco dell’Università Insubria.

Approfondimento

Come ottenere un bonus di 10 euro al giorno in aggiunta al 10% del cashback di Stato

Consigliati per te