100 milioni di euro di ulteriore stanziamento da parte del Governo per il bonus tv

Tv

Stiamo velocemente chiudendo questo tribolatissimo 2020, nella speranza che il 2021 porti almeno qualche novità e più serenità. In queste ore, prima della pausa natalizia, il Governo Conte sta rifinendo gli ultimi particolari e gli ultimi finanziamenti. Abbiamo visto assieme ai nostri Esperti nei giorni scorsi i bonus in arrivo per l’acquisto di auto ibride, elettriche, ma anche il nuovo bonus smartphone. E, proprio in queste ore, dal Ministero dello Sviluppo Economico e del Lavoro, giunge la notizia di 100 milioni di euro di ulteriore stanziamento da parte del Governo per il bonus tv. Il tutto rientra nel prossimo cambio di segnale, che comporterà l’acquisto di un decoder per le televisioni più vecchie, o, l’adeguamento con un nuovo televisore.

Bonus dal doppio fine

Un po’ come avviene per il cambio della vettura, il bonus tv-decoder punta a smaltire le vecchie televisioni, sostituendole con quelle maggiormente “green”. E, ovviamente, a mettersi in linea con il nuovo sistema digitale e la nuova programmazione dei canali televisivi. Attualmente, ricordiamo, che è possibile accedere al bonus di 50 euro per le famiglie con un reddito ISEE inferiore ai 20.000 euro. Stando però a quanto trapela dal MISE stesso, la fascia di reddito dovrebbe innalzarsi. 100 milioni di euro di ulteriore stanziamento da parte del Governo per il bonus tv, che vanno a sommarsi ai 151 già stanziati per il triennio 2019-22.

Coinvolte le fasce più deboli

Chiaro l’intento del Governo di favorire, con l’aumento del bonus, l’acquisto quantomeno del decoder da parte delle famiglie meno abbienti. Soprattutto, in periodi come questi, in cui la televisione, è stata una compagna inseparabile per le tantissime famiglie isolate. Pensiamo anche ai nostri anziani costretti in casa dalla pandemia per tutti questi mesi.

Come vedere se il televisore è al passo coi tempi

Prima, comunque di effettuare eventuali acquisti, ricordiamo come capire se il nostro televisore avrà la capacità di collegarsi ai nuovi canali:

a) sintonizziamoci sui canali 100 e 200;

b) se apparirà la scritta “Test HEVC Main 10” e il test una volta effettuato darà l’ok, il nostro televisore sarà abilitato e non occorrerà cambiarlo.

Approfondimento

Rivoluzione del digitale terrestre già partita ecco cosa fare

Consigliati per te