Fate attenzione alle nuove regole di controllo dal 2021 su conto corrente e movimenti bancari

conto corrente

Dal prossimo anno nuove regole. Dall’anno prossimo tutte le operazioni finanziarie di importo superiore ai 5 mila euro dovranno essere comunicate dalle banche e dagli intermediari finanziari all’UIF. Cioè l’Unità di Informazione Finanziaria della Banca d’Italia. Quindi, fate attenzione alle nuove regole di controllo dal 2021 su conto corrente e movimenti bancari

E’ meglio specificare subito una cosa. Ciò non vuol dire che non si deve più fare un bonifico superiore a questa cifra. Altrimenti domani mattina si fermerebbe completamente l’economia. E non vuol dire neanche che se fate un’operazione con un bonifico di importo superiore a 5.000 euro in automatico scatti un controllo. No, non funziona così. Le banche e gli intermediari comunicheranno le opportune informazioni all’UIF. Poi, se l’Agenzia delle Entrate vuole queste informazioni, perché sta facendo un controllo, se le andrà a prendere. Stessa cosa per la Guardia di Finanza. Ripetiamolo. Dare questa comunicazione non è sinonimo automatico che allora verranno a controllarvi. Adesso lo sapete. Regolatevi di conseguenza.

Fate attenzione alle nuove regole di controllo dal 2021 su conto corrente e movimenti bancari

Perché è importante sapere tutto questo? Perché bisogna essere dei cittadini informati. E perché l’ignoranza non è ammessa dalla legge. Ricordatevi anche altre cose. Le informazioni più importanti concernenti un conto corrente in questo caso sono due. Il saldo finale del conto corrente medesimo e la giacenza media. Ma c’è di più. Perché le banche, gli intermediari finanziari, dovranno comunicare all’UIF non solo l’importo. Ma anche dove stanno andando questi soldi, verso quale paese stanno andando. E verso quale conto stanno andando. Quindi, l’ubicazione dell’intermediario che sta ricevendo questi soldi, e la sua residenza.

Tutto questo è fatto con uno scopo ben preciso. Tenere sotto stretto controllo operazioni di riciclaggio di denaro. Come detto, è impossibile che dal 1 gennaio 2021 non si facciano più bonifici superiori ai 5.000 euro. Sennò l’economia si fermerebbe subito. Ma la segnalazione automatica di quelli superiori serve a scoraggiare l’invio verso altri conti, e verso l’estero, di grosse somme. Perché è vero che i controlli non saranno automatici. Ma ci saranno. E saranno anche incrociati tra Agenzia delle Entrate e GdF. Quindi sarà più facile vedere cosa fa chiunque movimenti grosse cifre. Immaginatevi quanto questa cosa possa essere importante per la lotta al crimine organizzato.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te