Come unire la salute del pesce e la bontà delle polpette in un piatto assolutamente diverso con un’aggiunta semplice e veloce

polpette

Potrebbe sembrare davvero incredibile, eppure sarebbero giunti fino a noi dei ricettari dell’antica Roma. Tra tante proposte culinarie gustose, ecco anche delle polpette, sia di carne che di pesce. Sembra, infatti che addirittura prima della nascita di Cristo, i cuochi più famosi della città eterna, cucinassero già queste piccole prelibatezze. Probabilmente allora solo per le case dei ricchi e non di chiunque. Oggi, in tutte le loro forme e le loro varianti, le polpette sono un piatto internazionale diffusissimo. Molto amate anche dai bambini, che quasi quasi le mangerebbero anche in versione dolce. E, oggi, con l’aiuto dei nostri Esperti, andremo alla caccia di una ricetta davvero diversa che vede le polpette protagoniste in una zuppa.

Come preparare una gustosissima zuppa con le polpettine

Scopriamo come unire la salute del pesce e la bontà delle polpette con pochi ingredienti. Prendiamo come quantità le solite quattro persone e serviamoci di:

  • 1 kg di pesce bianco la nostra scelta;
  • il succo di 1 limone;
  • 200 grammi di pane vecchio;
  • 1 carota;
  • 1 cipolla;
  • 1 uovo;
  • un paio di cucchiai di pinoli;
  • pane grattugiato;
  • prezzemolo;
  • sale e pepe;
  • olio di semi per la frittura.

Come unire la salute del pesce e la bontà delle polpette in un piatto assolutamente diverso con un’aggiunta semplice e veloce

Veniamo quindi alle nostre operazioni:

  • puliamo e trattiamo completamente il pesce, usando gli scarti per preparare il brodo, come facevano le nostre nonne. In una pentola con 1,5 litri di acqua abbondante, ma non troppo salata, mettiamo anche la carota, mezza cipolla, lasciando sul fuoco per una mezz’oretta abbondante. Al termine, aggiungiamo il succo del limone;
  • dedichiamoci alla polpa del pesce, sminuzzandola e mettendola in una terrina, assieme alla mollica di pane bagnata e a un pizzico di sale e pepe. Aggiungiamo anche del prezzemolo, un po’ di scorzetta di limone grattugiata, i pinoli e la cipolla avanzata. Sbattiamo anche l’uovo e uniamolo al composto;
  • dopo aver mescolato e amalgamato per bene, cominciamo a formare delle polpettine, non più grandi di una noce, passandole nel pane grattugiato;
  • friggiamole in abbondante olio bollente e, una volta dorate, giriamole nella carta assorbente;
  • versiamo il brodo che avremmo mantenuto caldo nei piatti e inseriamo all’interno le polpettine.

Un piatto diverso dal solito, ma comunque davvero intrigante. Ovviamente uno degli ultimi piatti di brodo da gustare, prima dell’arrivo dell’imminente stagione calda.

Approfondimento

Eccola la torta primaverile perfetta con ingredienti stagionali e talmente buona da non durare fino a sera

Consigliati per te