Capelli mossi e setosi anche senza piastra con questi trucchetti diversi da bigodini, rotoli di carta igienica o calzini

capelli

La femminilità non si comunica solo tramite l’abbigliamento e il make up, ma passa anche attraverso l’acconciatura.

Se ci riflettiamo, ognuna di noi, nel suo piccolo, è molto attenta a questi tre questi aspetti perché contribuiscono a costruire un profilo curato.

Con l’avanzare dell’età, poi, siamo ancora più motivate a preservare la nostra immagine.

L’obiettivo è chiaramente quello di apparire con qualche anno in meno, nascondendo le imperfezioni, dalle rughe ai capelli bianchi.

Ebbene, proprio i capelli sembrano essere più problematici rispetto al make up, perché pongono diversi interrogativi che spaziano tra colore, piega, taglio.

Per non sbagliare, basta seguire alcune semplici dritte: ad esempio, un taglio come il French bob, valorizza qualsiasi ovale di viso e tipologia di capello.

Stesso discorso per il colore, da calibrare in base alla pigmentazione dell’iride, anche se tinte come expensive brunette e mushroom blonde stanno bene a tutte.

Per quanto riguarda, invece, il versante piega, ecco come ottenere capelli mossi e setosi anche senza piastra, sfruttando alcuni semplicissimi espedienti.

I metodi classici

La prima e più ovvia soluzione, soprattutto se si hanno i capelli corti, è quella di affidarsi ai bigodini, laddove a maggior diametro dello strumento corrisponderà maggior volume dell’onda e viceversa.

Qualora poi fossimo rimaste a corto di bigodini, potremmo usare i fogli di carta igienica per sostituirli.

Basterebbe arrotolarli su sé stessi e imprimere loro una piega forte, in modo da poterli utilizzare proprio come i classici bigodini.

Capelli mossi e setosi anche senza piastra con questi trucchetti diversi da bigodini, rotoli di carta igienica o calzini

Il primo e più facile escamotage per dare al capello una piega ondulata consiste ovviamente nel fare una o più trecce.

Ciò che, però, forse pochi sanno è che più grandi saranno le trecce, più voluminose e larghe saranno le onde.

Più scontato, invece, sottolineare che più a lungo manterremo le trecce, maggiore sarà il loro livello di resistenza nei giorni.

Cinturino

Altro metodo già abbastanza collaudato è quello che vede protagonista la cintura dell’accappatoio, con una nuova versione che sta spopolando su Tik Tok.

Basterebbe raccogliere i capelli come a fare una coda e usare la cintura come elastico per fissarla.

Dividiamo la coda in due metà e arrotoliamo ciascuna di esse attorno al filo di cintura corrispondente, per poi unirli e chiuderli in uno chignon.

Fascia

Un simile effetto si otterrebbe anche grazie ad una semplicissima fascia per capelli, una volta che li abbiamo asciugati. Dopo averla indossata, attorcigliamo ciascuna ciocca attorno alla stessa, da una parte all’altra della testa.

Spray salino

In alternativa, potremmo affidarci allo spray salino, da applicare con parsimonia prima di modellare le ciocche con le dita in fase di asciugatura.

Consiglio

In generale, prima di procedere con uno qualsiasi degli stratagemmi descritti sarebbe meglio vaporizzare sui capelli un prodotto texturizzante, tipo lacca, per una maggior tenuta.

Consigliati per te