Come combattere l’umidità in casa?

muffa

Vetri sempre appannati e gocciolanti? Pareti coperte di muffa e armadi che danno odore di chiuso?
È un problema più comune di quanto si pensi. I motivi possono essere molteplici. Case vecchie e mal progettate, poca aerazione, scarsa attenzione al ricambio d’aria da parte degli abitanti della casa,  sono solo alcuni dei motivi per cui ci si ritrova con un problema di umidità eccessiva.
Ma come combatterla efficacemente, magari senza spenderci una fortuna? Come combattere l’umidità in casa?

Eccovi alcuni consigli pratici e accorgimenti che potrete adottare in futuro.

Soluzioni immediate

Se vi trovate a dover fronteggiare un’emergenza dovuta alla troppa umidità in casa ci sono due possibili soluzioni immediate che potete prendere in considerazione.
La prima è quella di acquistare  un deumidificatore elettrico portatile. Questi modelli sono abbastanza efficienti, non troppo ingombranti e non consumano nemmeno molto dal punto di vista energetico. Fanno un buon lavoro di rimozione del’umidità dalla stanza in cui sono se la stanza è abbastanza calda. Perché? Perché lavorano grazie alla condensa del vapore acqueo su di una intercapedine refrigerata al loro interno. Se però la stanza è troppo fredda questa intercapedine potrebbe non essere la superficie più fredda della stanza, limitando di molto l’utilità di questo elettrodomestico. Inoltre dovrete ricordarvi di svuotare regolarmente la vaschetta che raccoglie l’acqua catturata. 

Un altro strumento che potreste usare per combattere l’umidità sono dei sacchetti di carboni attivi. Questi vengono venduti appositamente per questo scopo. Si possono mettere nell’armadio o in un cassetto e sono fortunatamente riutilizzabili. Dovrete però ricordarvi di metterli ogni volta che vi sarà possibile al sole. Ricevere i raggi solari direttamente farà evaporare l’acqua raccolta, liberando i carboni attivi dall’umidità, ripristinandone l’efficacia. Ovviamente questo diventa un po’ più difficoltoso se dove abitate, oltre ad essere molto umido, è anche un luogo in cui spesso fa brutto tempo.

Uno sguardo al futuro

Se avete già in programma di fare lavori di ristrutturazione in casa, potrebbe essere il caso di prendere in considerazione il vostro problema di umidità eccessiva.
Ad esempio se dovete installare un condizionatore assicuratevi che abbia una funzione di deumidificatore, in questo modo potreste programmarlo per attivarsi quando siete fuori casa e eliminare l’umidità in eccesso quando voi non ci siete.

Un altro accorgimento che potreste prendere è quello di potenziare o ampliare la cappa della cucina. Cucinare è una delle attività che genera più vapore acqueo in casa. Se la cucina non è collocata in una stanza chiusa rispetto al resto della casa già questo può essere uno dei fattori che contribuisce all’accumulo di umidità in casa. Peggio ancora se la cappa non è abbastanza grande o potente per la quantità di lavoro che eseguite ogni volta che vi mettete ai fornelli. Ecco quindi i nostri suggerimenti su come combattere l’umidità in casa!

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te