Come capire con semplici trucchi quando è il momento di cambiare il vecchio televisore

televisore

La Redazione di Proiezionidiborsa, quest’oggi, in pochi minuti di lettura illustra come capire con semplici trucchi, quando è il momento di cambiare il vecchio televisore.  Quale momento migliore, se non questo, dal momento che, tra i tanti bonus, rientra anche il bonus TV.

Il bonus TV, è un’agevolazione per l’acquisto di televisori e decoder, messi in campo dal governo fino al 31 dicembre 2022, o fino all’esaurimento risorse. Il bonus TV si rivolge alle famiglie con un ISEE non superiore a 20.000 euro.

Il mercato dei televisori, così come di ogni strumento tecnologico, ha una gamma illimitata di prodotti, per tutte le tasche e per tutti i gusti. Ma si sa, i prodotti più sono tecnologici e più sono delicati. Più sono costosi, più i loro eventuali pezzi di ricambio, in caso di riparazione, sono costosi, e a volte i pezzi di ricambio sono introvabili.

Le anomalie da osservare per essere consapevoli del cambio

Vediamo come capire, con semplici trucchi, quando è il momento di cambiare il vecchio televisore. Ecco di seguito, alcuni modi, per capire che il nostro fedele compagno ci sta abbandonando.

Qualità delle immagini: Si intravedono ombre, o le immagini a volte si offuscano. Beh, se non è la nostra vista a peggiorare, vuol dire che il problema potrebbe riguardare la scheda interna o il pannello. In questi casi, se il termine della garanzia è trascorso, sarà il caso di valutare la convenienza della relativa sostituzione. Sempre che si possano ritrovare in commercio, atteso, come detto sopra, il susseguirsi di nuovi modelli.

Mancata ricezione dei canali: può accadere che non si ricevano più i segnali o si perdano di continuo. Se il nostro televisore è datato, l’acquisto di un decoder risolverebbe il problema. Anche in questo caso, se ricorrono i presupposti si può utilizzare il bonus TV, previsto per l’acquisto di TV e decoder. Potrebbe, diversamente, essere un guasto alla scheda del digitale, e anche in questo caso, non sempre la riparazione conviene, atteso il costo del ricambio.

Rottura dello schermo: potrebbe accade, soprattutto chi ha bambini piccoli, che il lancio accidentale di un giocattolo, rompa lo schermo. Si badi bene che a volte non è così palese come sembra, perché anche un solo puntino nero è indice di questa anomalia. Anche qui, la sostituzione del pannello non appare conveniente, se si valuta il costo del ricambio più riparazione, a fronte dei prezzi d’acquisto sul mercato.

Come capire con semplici trucchi, quando è il momento di cambiare il vecchio televisore

Quando si verifica uno di questi segnali, o casi, è proprio arrivato il momento di cambiare il vecchio televisore. Infatti nonostante la tecnologia avanzi, i televisori, anche se ad effetto cinema, sono molto più sensibili e delicati. Riparare un televisore guasto, di ultima generazione, diventa quasi più costoso rispetto all’acquisto di uno nuovo. Inoltre, il veloce susseguirsi di nuovi modelli, rende anche introvabili i pezzi da sostituire. Ecco allora che acquistare un nuovo televisore diventa più conveniente e semplice di ripararlo. E come detto all’inizio dell’articolo, ricorrendone i presupposti, si potrà anche usufruire del bonus TV, ovvero di uno sconto praticato dal venditore sul prezzo d’acquisto. Per verificare che una TV o un decoder rientrino tra i prodotti per cui si può usufruire del bonus, basta andare al seguente indirizzo https://bonustv-decoder.mise.gov.it/prodotti_idonei

Approfondimento

Carta acquisti e reddito di cittadinanza 2021 sono compatibili?

Consigliati per te