Un allarme informatico avvisa che un terribile virus minaccia i conti bancari italiani

virus

Da  giorni si parla di un pericolosissimo virus, definito “la più importante minaccia informatica in quanto a efficacia”. Possiamo recarci in banca a prelevare dei soldi, per trovare che il conto è stato completamente svuotato. Facciamo attenzione perché un allarme informatico avvisa che un terribile virus minaccia i conti bancari italiani.

L’allarme

Un ricercatore della sicurezza informatica,  nome in codice Jamesswt, ha allarmato le banche, le istituzioni e i cittadini italiani per la presenza di un pericolosissimo malware russo, dal nome inquietante Emotet.  Il virus è molto pericoloso ed ha già fatto la sua comparsa altre volte.

Come agisce il virus

Questo malware agisce come una truffa da pishing. Invia un allegato zip, con un messaggio.

In questo caso i messaggi sollecitano il buon cuore della gente per venire incontro alle necessità reali in questo periodo di coronavirus. Eccone un esempio: “Buon pomeriggio, sono andata al laboratorio Giovanni Paolo I per informarmi del tampone: bisogna essere presenti al mattino presto 6.30, perché aprono alle 7 e la fila è lunga non ho potuto fare di più mi dispiace. Allego l’impegno di spesa. In attesa di risentirci la saluto”.

Si invita a scaricare un file, in questo caso “l’impegno di spesa”, che corrisponde a un documento Word. Come si apre il documento, immediatamente viene scaricato il malware collegato ad altri computer spia.

In questo modo il malware comincia a spiare tutte le operazioni che si svolgono e ad inviare informazioni sui conti correnti, che verranno poco per volta svuotati.

Ma non solo, il nostro stesso computer diventerà la base d’invio di altri messaggi. Tutto a nostra insaputa.

Un allarme informatico avvisa che un terribile virus minaccia i conti bancari italiani. Come difendersi dal virus

Come detto, Emotet è già tristemente noto per i tanti conti svuotati. Ogni anno dal 2017, nel periodo in cui si avvicina il Natale, fa la sua ricomparsa.  Sempre più potente nell’azione. Ecco allora come difendersi.

Prima di tutto è meglio avere sempre un ottimo antivirus, costantemente aggiornato.

Poi non scaricare file senza prima controllare bene il tipo di indirizzo che invia, che sia conosciuto, e che sia scritto senza aggiunte di caratteri o altri elementi potenzialmente sospetti.

E infine attenzione a non cliccare mai su link che ci vengono inviati e che ci invitano ad aprire contenuti on line.

In questo modo nessuno potrà toccare i nostri conti.

Consigliati per te