Tre amuleti antisfiga potentissimi da portare sempre con sé

antisfiga

La iella ha perseguitato ognuno di noi durante tutto questo 2020. Come afferma la tradizione “anno bisesto, anno funesto”. E questa volta come si può dar torto a questo antico adagio? Nonostante i tempi che corrono noi di ProiezionidiBorsa abbiamo i nostri trucchi per premunirci e oggi siamo in vena di condividerli. Perché non provarli e vedere cosa succede? Ecco a voi tre amuleti antisfiga potentissimi da portare sempre con sé.

Mano di Fatima

La “mano di Fatima” è un ornamento religioso di uso prevalentemente musulmano, ma esiste anche nella variante ebraica sotto il nome di “mano di Miriam”.

Fatima, che significa “la luminosa”, era la figlia di Maometto e sposa del cugino Alì. La prima versione reca al suo interno un nazar, l’altra la stella di Davide. Questo simbolo è tradizionalmente legato al mondo femminile e, spesso, è posto di fronte ad ambienti frequentati solamente da donne. È simbolo di fedeltà coniugale, ma è famoso anche per attrarre benefici e vibrazioni positive.

Cornetto napoletano

Tra i tre amuleti antisfiga potentissimi da portare sempre con sé non può mancare il cornetto rosso. Un piccolo peperoncino rosso diffuso in tutto il Sud Italia, ma soprattutto nell’area di Napoli. Questo amuleto, infatti, si ricollega all’immagine del corno che, fin dalla preistoria, è stato associato all’abbondanza e alla fortuna. E questo accostamento può essere ricollegato alla forma fallica, indice di fertilità nella maggioranza delle tradizioni antiche.

Nazar, l’occhio di Allah

Questo oggetto è spesso usato in tutto il Medioriente come ciondolo per collane o per bracciali. La sua funzione principale è quella di scacciare il malocchio. Infatti, antropologicamente, il simile scaccia il simile: l’occhio divino allontana lo sguardo cattivo della gente invidiosa.

Vi è piaciuto questo articolo dedicato ai tre amuleti antisfiga potentissimi da portare sempre con sé? Allora non perderti l’articolo dedicato al calcolo del numero di Nostradamus!

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te