Spopolano questi jeans che valorizzano le nostre curve anche se ne abbiamo poche

jeans

Negli anni ‘80 andavano di moda. Poi, anno dopo anno, sempre meno persone li hanno indossati. Adesso spopolano questi jeans che valorizzano le nostre curve anche se ne abbiamo poche. Perfetti per ogni tipo di fisico, sono anche perfetti anche per chi di curve ne ha molte. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

È finita l’era degli skinny

L’ultimo decennio è stato monopolizzato dagli skinny jeans. Questi pantaloni sono molto aderenti, spesso in tessuto elasticizzato. A vita alta o bassa, gli skinny jeans sono stretti alla caviglia e avvolgono le nostre gambe. Alcuni li trovano molto comodi. Hanno però diversi aspetti negativi. Il tessuto sintetico li rende molto caldi.

Proprio il tessuto, inoltre, essendo molto aderente segna tutte le nostre forme. E chi ha una vita stretta e un lato B importante spesso fa fatica a trovare la taglia giusta! Per fortuna dagli anni ‘80 sono tornati di moda dei jeans che possono essere considerati l’opposto degli skinny jeans. Parliamo infatti dei mom jeans, perfetti per tutti i tipi di corpo!

Spopolano questi jeans che valorizzano le nostre curve anche se ne abbiamo poche

I cosiddetti mom jeans sembrano proprio usciti dagli anni ‘80 ma sono sempre più di moda. Sono infatti jeans a vita molto alta, stretti in vita e larghi sulle gambe. Non sono però a zampa: cadono dritti fino alle caviglie. Solitamente i mom jeans non sono in tessuto elasticizzato e sono quindi perfetti per chi vuole libertà di movimento.

Questi jeans, inoltre, sono ottimi per ogni tipo di corpo. Chi ha la vita stretta e fianchi prosperosi finalmente può trovare dei jeans che non stanno larghi sulla vita o stretti sui fianchi. Ma questi jeans sono perfetti anche per chi ha meno curve, per chi ha un lato B meno prominente o per chi ha la vita più larga. Stringendosi in vita e allargandosi sui fianchi questi jeans regalano a tutti l’illusione di avere la vita più stretta!

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te