Sfiziosi alla romana e al limone gli spinaci diventano uno strepitoso primo piatto in abbinamento a questo legume ricco di ferro

piatto di lenticchie

Gli spinaci sono molto versatili e si adattano a infinite preparazioni. Sono anche molto graditi ai bambini per il loro sapore leggermente dolciastro e gradevole al palato. Nel piatto che proponiamo abbiamo cercato di unire le esigenze del palato al desiderio di preparare un piatto che fosse anche salutare. È infatti un’esigenza molto diffusa quella di scegliere con cura gli alimenti che ci fanno bene e introdurli quotidianamente nella nostra dieta. Si dà una grande importanza al benessere raggiunto attraverso una dieta equilibrata e varia. Ma altrettanto importante è il piacere della tavola a cui non si deve necessariamente rinunciare.

Vitamine, proteine e minerali

Per il piatto di oggi abbiamo scelto di abbinare gli spinaci alle lenticchie un legume ricco di proteine e di ferro. Sarebbe troppo lungo elencare i benefici degli spinaci che sono un’ottima fonte di vitamine e minerali ed esercitano un’importante funzione antiossidante. Se sono sfiziosi alla romana e al limone, uniti alle lenticchie costituiscono un piatto dall’alto valore nutritivo ma leggero e ricco di sapore.

Ingredienti per 2 persone:

  • 200 g di lenticchie secche;
  • 100 g di spinaci freschi;
  • ½ cipolla;
  • 1 porro;
  • ½ dado vegetale;
  • olio extravergine di oliva q.b.;
  • sale e pepe q.b.;
  • qualche pomodorino Pachino;
  • 750 ml di acqua;

Sfiziosi alla romana e al limone gli spinaci diventano uno strepitoso primo piatto in abbinamento a questo legume ricco di ferro

In un tegame capiente far rosolare nell’olio la cipolla e il porro finemente tritati, fino a farli imbiondire. Aggiungere i pomodori Pachino tagliati in quattro parti, il sale e il pepe. I pomodori Pachino si possono sostituire con dei pelati tagliati a pezzi. Abbassare la fiamma e lasciar cuocere dolcemente a tegame coperto per 10 minuti. Lavare accuratamente le lenticchie e versarle nel tegame insieme con l’acqua. Portare a ebollizione e lasciar cuocere per circa mezz’ora. I tempi di cottura dipendono anche dalla varietà delle lenticchie ed è opportuno controllarli sulla confezione. Dopo 15 minuti dall’inizio del bollore aggiungere gli spinaci precedentemente lavati e tagliati a listarelle.

Ultimare la cottura. Qualche minuto prima di spegnere il fuoco aggiungere il dado e mescolare accuratamente. Salare e pepare. Il sale e il dado vanno aggiunti solo a fine cottura per evitare che le lenticchie induriscano. Questa regola è valida per tutti i legumi. Se la minestra è troppo densa e si preferisce un po’ più liquida, è sufficiente aggiungere acqua calda durante la cottura fino a raggiungere la consistenza desiderata. Aggiungere nel piatto un filo di olio extravergine di oliva crudo ed eventualmente una spolverata di parmigiano grattugiato e di pepe, se gradito. Servire con crostini di pane.

Lettura consigliata

Pochi conoscono questo taglio di carne economico e ricco di ferro che ci fa risparmiare sulla spesa e può diventare un piatto da chef

Consigliati per te