Rivisitazione della ricetta classica che unisce Campania e Puglia

orecchiette

I romani li chiamano “broccoletti” per la somiglianza con i broccoli. A Napoli, i locali li chiamano friarielli, mentre in Puglia la gente li chiama “cime di rapa”. Non importa come chiamarli, l’importante è saper cucinarli.

Come con la maggior parte delle verdure crocifere, i friarielli sono eccezionalmente saporiti se saltati con aglio, peperoncino e olio d’oliva. Sono paradisiaci abbinati alla pasta e creano un bel contrasto di sapore con carne e frutti di mare.

Il piatto invernale napoletano più tipico sono i friarielli con la salsiccia di maiale.
Poiché le migliori ricette prendono ispirazione da altre, non c’è niente di meglio di un piatto di pasta condito con questa prelibatezza. Si possono sostituire i friarielli, particolarmente amari e coltivati solo nelle campagne napoletane, con altri broccoli a foglia lunga a seconda della zona.

Il tipo di pasta scelto per questa ricetta sono le orecchiette, che da sempre vanno di pari passo con i friarielli, ovvero le cime di rapa quando non si è a Napoli.
Una rivisitazione della ricetta classica che unisce Campania e Puglia.

Un ponte sul Mezzogiorno, per un gusto senza limiti.

Ingredienti per la ricetta

  • 500 g di friarielli o cime di rapa;
  • 320 g di orecchiette;
  • 4 salsicce di maiale;
  • olio extravergine di oliva q.b.;
  • 1 peperoncino rosso;
  • sale q.b.

Procedimento

Versare un po’ di olio sul fondo di una padella larga e adagiarvi le salsicce. Aggiungere l’acqua fino a quando le salsicce sono immerse a metà e cuocere a fuoco medio.

Rimuovere i gambi più spessi dai friarielli, lavarli accuratamente e riporli in una pentola alta. Condire con abbondante olio d’oliva, aggiungere uno spicchio d’aglio con la buccia, un peperoncino intero, un pizzico di sale, coprire e scaldare a fuoco bassissimo.

Dopo una decina di minuti, girare le salsicce e cuocere fino a quando l’acqua sarà completamente evaporata e le salsicce saranno brunite su entrambi i lati.

Quando i friarielli o le cime di rapa saranno teneri (ci vorranno almeno 30 minuti), metterli in una ciotola e affettarli grossolanamente con un coltello. Fare lo stesso con le salsicce, una volta cotte.

Bollire le orecchiette in abbondante acqua salata, scolarle al dente e unirle ai friarielli e alla salsiccia.

ProiezionidiBorsa si augura che il cenone venga una meraviglia, anche grazie alla rivisitazione della ricetta classica che unisce Campania e Puglia.

Consigliati per te