Questo è un titolo azionario che potrebbe sfruttare un forte rialzo, parliamo di IMMSI

immsi

Il titolo IMMSI è uno di quelli che potenzialmente potrebbe andare incontro a importanti rialzi, ma stenta sempre a concretizzare le sue potenzialità. Delle potenzialità del titolo IMMSI e del mistero della sua mancata esplosione al rialzo abbiamo più volte scritto nei nostri report sul titolo. Per citarne uno, scrivevamo di  un caso a Piazza Affari, IMMSI presenta il miglior risultato dal 2008 ma perde il 6%.

La contraddizione diventa ancora più evidente se si tiene conto del fatto che IMMSI controlla Piaggio e altre attività nel settore immobiliare e navale che stanno andando molto bene. Quindi, questo è un titolo azionario che potrebbe sfruttare un forte rialzo.

Uno scenario del genere è anche supportato dalla valutazione che si ottiene applicando diversi metodi. Il titolo IMMSI, infatti, risulta essere sottovalutato qualunque sia il multiplo di mercato considerato. Ad esempio, secondo la valutazione basata sul rapporto prezzo/utili (PE) le azioni IMMSI risultano essere leggermente sottovalutate rispetto alla media del settore di riferimento. Sottovalutazione che diventa ancora più importante se si guarda al Price to Book ratio o al fair value, calcolato con il metodo del discounted cash flow.

Nel primo caso la sottovalutazione viene stimata del 75% circa. Se, invece, si considera il fair value la sottovalutazione sale a oltre il 90%.

Il vero problema della holding della famiglia Colaninno rimane il debito che, seppure in miglioramento, è ancora molto importante. Tanto che l’indice di liquidità è inferiore a 1. Inoltre, il rapporto Debito totale/capitale è superiore al 400%.

Indice dei contenuti

Questo è un titolo azionario che potrebbe sfruttare un forte rialzo, parliamo di IMMSI: le indicazioni dell’analisi grafica

Il titolo IMMSI (MIL:IMS) ha chiuso la seduta del 17 marzo 0,3805 euro in ribasso dell’3,43% rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

La tendenza in corso è ribassista, ma il raggiungimento del II obiettivo di prezzo in area 0,346 euro potrebbe avere dato una spinta verso il rialzo. Una conferma in tal senso si avrebbe con una chiusura settimanale superiore a 0,395 euro. In questo caso diventerebbe molto probabile un allungo rialzista fino in area 0,4305 euro. Qualora, poi, il rialzo dovesse proseguire la massima estensione si collocherebbe in area 0,619 euro.

Al ribasso, invece, una chiusura settimanale inferiore a 0,346 euro potrebbe avere un impatto molto negativo. In questo caso, infatti, il ribasso potrebbe continuare fino in area 0,234 euro (III obiettivo di prezzo).

immsi

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te