Questa abitudine potrebbe uccidere il tuo sedere

glutei

Attenzione! Questa abitudine potrebbe uccidere il tuo sedere. Di cosa stiamo parlando?

Il titolo potrebbe lasciare sgomenti, ma allude alla cosiddetta “dead butt syndrome”, che tradotto significa letteralmente “sindrome del sedere morto”.

Un altro nome per definire questa problematica che interessa i glutei, è “gluteal amnesia”, che invece significa “amnesia dei glutei”.

Sei ancora più confuso perché non credevi i tuoi glutei avessero ricordi?

Allora continua a leggere, ti spieghiamo cosa può succedere al didietro a causa delle cattive abitudini.

Questa abitudine potrebbe uccidere il tuo sedere: definizione e cause della dead butt syndrome 

Questo nome simpatico si riferisce ad un’infiammazione dei glutei, che a sua volta inficia la loro funzionalità. 

A causare questa poco confortevole situazione è principalmente la troppa sedentarietà.

Stare seduti per periodi molto prolungati riduce la capacità di contrarre e utilizzare efficacemente i glutei. I glutei devono sopportare troppo peso, per troppo tempo, e contemporaneamente si ha una compressione che limita il flusso sanguigno e comprimono le fibre nervose. 

Il termine tecnico sarebbe parestesia, un’alterazione della sensibilità di alcune parti del corpo, che può essere dovuta a lesione o compressione dei nervi.

I sintomi variano per intensità e durata, possono essere formicolio, insensibilità (come quando si “addormenta” un arto), o ipersensibilità. Potrebbe scatenare dolore all’anca, alla schiena, specialmente nella parte bassa, ma anche problemi alle caviglie. 

Scopri se i tuoi glutei rischiano l’amnesia e come prevenirla

Probabilmente sei costretto per lavoro a passare molte ore alla scrivania, ma ricordati che potresti e dovresti alzarti ogni tanto per sgranchirti. Poi cosa succede, una volta finito l’orario lavorativo? Ti dedichi all’attività fisica, oppure anche a casa stai sempre seduto? Questa abitudine potrebbe uccidere il tuo sedere.

Per scongiurare questo rischio tutto quello che devi fare è mantenere una corretta postura, cambiare spesso posizione, dedicare qualche ora alla settimana all’attività fisica.

Bastano brevi pause, e possono aiutare dei piccoli movimenti di contrazione e rilascio dei glutei, che puoi fare anche mentre ti stai dedicando ad altro.

Rimedi ed esercizi

Se avverti dolori forti e ridotta capacità di movimento, è il caso di consultare uno specialista. Potrebbe servire una fisioterapia, riposo e impacchi freddi, o una cura farmacologica.

Se semplicemente stai molte ore seduto, ora che sai che questa abitudine potrebbe uccidere il tuo sedere, ti interesseranno degli esercizi salva-fondoschiena.

Interrompi le ore di sedentarietà con delle camminate. Sali e scendi le scale ad ogni occasione. È un ottimo esercizio, non solo per i glutei, e probabilmente potresti farlo anche sul posto di lavoro.

Imposta un promemoria sul telefono o sul computer, così non dimenticherai di fare piccole pause.

Dedicati almeno due volte alla settimana allo sport e includi esercizi per i glutei, i muscoli flessori dell’anca, i muscoli posteriori della coscia. 

Se passi molto tempo al computer, potrebbe interessarti anche: tante ore davanti al computer? Un piccolo esercizio può proteggere la tua vista.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te