Quanti soldi percepisce al mese chi va in pensione senza avere contributi INPS?

pensione

Dal team di Redazione sapremo quanti soldi percepisce al mese chi va in pensione senza avere contributi INPS. Sembra una contraddizione parlare di pensione se non in presenza del versamento di contributi. E tuttavia ci sono circostanze particolari in cui rientrano due categorie di soggetti. La prima raccoglie tutti coloro che non hanno un impiego, né hanno ami svolto un’attività lavorativa con retribuzione. Pensiamo ad esempio alle famiglie monoreddito in cui soltanto un coniuge possiede un contratto lavorativo e l’altro no. Si tratta in verità di una situazione assai comune in cui per lo più la donna si dedica alla cura dei familiari e al disbrigo delle faccende domestiche.

La seconda categoria di soggetti che riceve un assegno INPS pur senza avere contributi comprende i lavoratori a nero. Alla Redazione preme ricordare che rientra fra le pratiche illegali non assicurare ad un dipendente un regolare contratto lavorativo. Tuttavia regna sovrano il malcostume di assoldare i lavoratori senza copertura assicurativa con grave danno per l’intera economia nazionale. In tal modo anche chi ha un impiego che produce reddito non può vantare il possesso di un montante contributivo.

Ciò nonostante l’Ente previdenziale assicura il cosiddetto assegno sociale per garantire il sostentamento ai soggetti senza contribuzione. Pertanto rispondiamo ai Lettori che si chiedono quanti soldi percepisce al mese chi va in pensione senza avere contributi INPS. E contestualmente consigliamo la lettura dell’articolo “Con quale reddito si ha diritto all’assegno sociale 2020?” . In tal modo potrete conoscere le soglie reddituali di accesso al riconoscimento del misura previdenziale.

Quanti soldi percepisce al mese chi va in pensione senza avere contributi INPS?

L’importo che spetta a chi non possiede un’anzianità contributiva è pari a 459,83 euro. L’INPS garantisce l’assegno sociale per 13 mensilità al soggetto di 67 anni che rientra in una fascia reddituale bassa. Altro requisito necessario al godimento dell’assegno INPS è l’obbligo di risiedere e avere dimora effettiva in  Italia. Tempo fa bastava raggiungere 65 anni per ricevere l’importo spettante, mentre adesso l’aumento dell’età pensionabile implica il compimento di 67 anni. Ciò per effetto dell’adeguamento all’aspettativa di vita che sposta in avanti il momento del pensionamento.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te