Quanti anni di contributi versare per assicurare al familiare la pensione indiretta INPS

pensione

Quando la persona cara viene meno in età lavorativa, i familiari che aveva a proprio carico possono acquistare il diritto a ricevere la pensione indiretta. Tuttavia, questo diritto si acquisisce solo se è presente una certa quota contributiva in riferimento all’ex lavoratore. In questa guida, i Tecnici di ProiezionidiBorsa vi illustrano quanti anni di contributi versare per assicurare al familiare la pensione indiretta INPS.

Cosa accade in caso di morte del lavoratore con familiari a carico

Accade talvolta in alcune famiglie che un componente giunga alla propria dipartita in tempi piuttosto prematuri. Immaginiamo il caso di una famiglia che sia composta dai due genitori di cui solo uno lavoratore e due figli minori. In tal caso, i familiari che l’unico contribuente aveva a proprio carico possono acquisire il diritto alla pensione indiretta INPS. Perché tale trattamento a sostegno del reddito sia acquisibile, è necessaria una quota minima di contributi versati da parte dell’ex lavoratore. Occorre fare una premessa prima di capire meglio la questione.

Quando parliamo di pensione indiretta facciamo riferimento ad un trattamento analogo alla  pensione di reversibilità. In quest’ultimo caso ciò che cambia è che il contribuente defunto aveva già raggiunto il momento del pensionamento e risultava titolare di pensione. Nel caso del lavoratore, poiché egli non ha ancora a proprio carico l’interno montante contributivo, allora si useranno altri parametri.

Quanti anni di contributi versare per assicurare al familiare la pensione indiretta INPS?

Nella generalità dei casi possiamo dire che per acquisire il diritto alla pensione indiretta l’ex lavoratore deve aver versato 15 anni di contributi nella vita assicurativa. In alternativa, aver maturato almeno 5 anni di contributi nell’arco della vita lavorativa di cui almeno 3 di questi nei 5 anni precedenti il decesso. In questo caso, l’ammontare della pensione indiretta dipende dalla quota di contributi che il lavoratore ha versato prima del decesso. Ad ogni modo, i beneficiari di tale trattamento sono i parenti più prossimi tra cui il coniuge ed i figli a carico. La percentuale di pensione indiretta che spetta al familiare segue delle precise regole che è possibile consultare qui. Ecco quanti anni di contributi versare per assicurare al familiare la pensione indiretta INPS.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te