Quali sono le regole per innaffiare il giardino?

Creare un giardino in miniatura in poco tempo per abbellire la casa

Per innaffiare il giardino quali sono le regole? In base alla stagione, infatti, l’irrigazione va fatta in certe ore anziché altre. E questo al fine di garantire la crescita e la vita della pianta. Specie quando si tratta di coltivazioni e si punta ad una buona produzione. Su quali sono le regole per innaffiare il giardino prendiamo ad esempio il periodo estivo.

Quali sono le regole per innaffiare il giardino d’estate e d’inverno

Nei periodi caldi innaffiare al mattino è la scelta migliore. In questo modo l’acqua, anziché rischiare di evaporare, avrà tutto il tempo. Quello necessario per andare a raggiungere gli strati più profondi del terreno. Lo scenario cambia in maniera radicale, invece, nel periodo invernale. Quando il rischio non è di certo quello di evaporazione dell’acqua per innaffiare il giardino. Il congelamento è infatti il pericolo ed il nemico principale.

Ed a questo si aggiunge il fatto che molte piante nel periodo invernale risentono negativamente delle giornate con poca luce. Inoltre, quando si innaffia d’inverno occorre evitare di dare troppa acqua se il terreno non riesce ad assorbirla. I ristagni d’acqua fanno infatti male alle piante. Con molte di queste che, tra l’altro, d’inverno non necessitano di troppa acqua.

Questo è per esempio il caso delle piante sempreverdi che d’inverno hanno infatti bisogno di poca acqua. Giusto ogni tanto quella che serve per inumidire il terreno. In generale possiamo quindi dire che la quantità d’acqua per innaffiare il giardino dipende dalla stagione ma non solo. Dipende pure dal tipo di pianta da irrigare e da quelle che sono le caratteristiche e le condizioni del terreno.

Come irrigare le piante in base alle loro caratteristiche

In linea generale le piante che soffrono maggiormente il caldo sono quelle che hanno tante foglie. E che se non irrigate costantemente con le alte temperature rischiano di appassire. Queste piante sono quelle che come habitat preferiscono i luoghi freschi e umidi. E quindi soffrono la siccità.

Mentre le piante a foglie piccole, o comunque con poche foglie, sono abituate al clima caldo e secco. E quindi hanno bisogno solo di un’irrigazione saltuaria. E comunque per tutte le piante, come sopra accennato, occorre evitare i ristagni d’acqua. Altrimenti le radici entrano in deficienza di ossigeno. In questo caso la pianta va infatti in anossia.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te