Presto gli sportelli bancomat potrebbero non esistere più 

Bancomat

La Redazione di ProiezionidiBorsa ha più volte trattato le limitazioni all’uso del denaro contante imposte dal Governo. La normativa, infatti, impedisce di effettuare pagamenti in contanti di importo superiore a 2.000 euro. Il timore per le sanzioni spinge un numero sempre maggiore di persone ad evitare le banconote per i pagamenti rilevanti. Ma le abitudini degli italiani stanno cambiando anche per altre ragioni. Secondo Banca d’Italia, con il lockdown, le transazioni in contanti sono diminuite di oltre il 30% e sempre più persone preferiscono utilizzare mezzi di pagamento alternativi. Le carte contactless e le app di pagamento, infatti, evitano ogni contatto e gli eventuali rischi di contagio collegati. Inoltre, negli ultimi mesi, la crescita dei siti di e-commerce è stata considerevole, riducendo quindi, ancor di più, il numero di transazioni in contanti. Il fenomeno è sempre più in crescita, tanto che, presto gli sportelli bancomat potrebbero non esistere più.

In Francia sono quasi spariti

Oltralpe, i dati di Banque de France evidenziano una situazione ancor più netta. Durante il lockdown, infatti, le transazioni tracciabili sono più che raddoppiate. Ancora oggi il trend continua ad aumentare. Il numero di operazioni allo sportello diminuisce costantemente e i francesi sembrano sempre più a loro agio con carte e assegni. La situazione è ormai talmente radicata che gli istituti bancari stanno smantellando velocemente la loro rete di sportelli bancomat. I costi di gestione di questi apparati sono, infatti, molto elevati a causa, essenzialmente, dei premi assicurativi. Le banche sottoscrivono annualmente delle polizze a copertura dei rischi di effrazione e danneggiamento degli sportelli automatici. Le commissioni applicate ai prelevamenti coprivano ampiamente questi costi. Con il crollo di queste operazioni, gli istituti devono contenere gli esborsi eliminando fisicamente gli ATM. In Francia, quindi, molto presto gli sportelli bancomat potrebbero non esistere più.

Presto gli sportelli bancomat potrebbero non esistere più anche in Italia

Questo trend è in costante aumento in tutto il mondo. Anche in Italia, nonostante la storica consuetudine di utilizzare monete e banconote, le transazioni in contanti diminuiscono sempre di più. La normativa che ne limita l’utilizzo diventerà presto ancor più restrittiva e le alternative cominciano a diffondersi rapidamente. In un recente articolo, avevamo anticipato l’intenzione di alzare a 50 euro il limite per le operazioni contactless. Inoltre, alcune delle più significative applicazioni mobili per i pagamenti trovano una diffusione crescente  proprio nel nostro Paese. La paura dei contagi spinge sempre più spesso le persone ad utilizzare sistemi di pagamento che evitino ogni contatto fisico. Carte contactless ed applicazioni funzionano proprio in questo modo e consentono di effettuare pagamenti nei negozi senza alcun rischio per gli utenti. Né sanitario né finanziario. Insomma, presto gli sportelli bancomat potrebbero non esistere più.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te