Pochi sanno come diventare digital personal shopper o outlet scouter

digital personal shopper

Tra i nuovi professionisti del Terzo Millennio ci sono l’outlet scouter e il digital personal shopper o fashion sourcer. Sono i ‘falchi’ della moda, persone con un occhio infallibile per scovare, nelle collezioni dei brand e delle griffe, quello che sarà di tendenza nel mondo nel prossimo futuro. Pochi sanno come diventare digital personal shopper o outlet scouter. I personal shopper saranno super attivi fra una settimana durante la Fashion Week Milano rilancia il made in Italy con 63 sfilate e 176 eventi. Sono persone che sanno individuare l’accessorio a saldo che presto diventerà cult nel vintage. Ecco le regole d’oro per fare i primi passi, sintetizzate dalla Redazione Lavoro di ProiezionidiBorsa.

Come si diventa outlet scouter

Si tratta di una professione perfetta per chi ha una doppia cittadinanza. Questo perché i clienti top degli outlet provengono da Paesi dell’Asia o dell’Est che hanno un budget limitato e magari un gusto profondamente diverso dal nostro. Si comincia con i parenti e gli amici che poi passano parola. Ma poi basta creare un profilo Instagram in madrelingua e trovare facilmente i clienti. Alcuni turisti, dopo aver richiesto compagnia per lo shopping all’outlet durante il viaggio in Italia, chiedono di cercare negli outlet accessori o abbigliamento particolare. Dunque l’outlet scouter può lavorare anche a distanza.

Come diventare personal shopper digitali

Per diventare digital personal shopper, invece, bisogna avere una buon numero di followers sui social network e una buona competenza sulle tendenze della moda e dello stile. Non tutti i gli appassionati di moda sono disposti a viaggiare per le città d’Europa per correre a comprare un profumo raro o una borsa, e approfittare del rimborso IVA. Alcuni clienti chiedono al personal shopper di fare tutto. Come di portare le valigie piene di capi e accessori in aeroporto per ritirarle facendo un semplice scalo. A questo proposito è utile avere un account ricco di oggetti del desiderio che si possono avere, magari a prezzi scontati. Oppure di capi in edizione limitata difficilmente reperibili, che è possibile ottenere attraverso canali speciali. Le informazioni come taglia, colore, modello e gli ingredienti (se si tratta di food) devono essere sempre in lingua inglese.

Pochi sanno come diventare digital personal shopper o outlet scouter

Chi vuole diventare personal shopper deve usare molti hashtag perché alcuni pezzi di certi brand vanno a ruba in alcune nazioni, mentre da noi sono ignorati. Le foto però devono risultare molto professionali con colori vivi, belle inquadrature, immagini seducenti. I canali più efficaci dove postarle sono Telegram e Instagram, ma bisogna usare in contemporanea anche WhatsApp e Messenger.

Consigliati per te