Per volumizzare i capelli sottili l’olio di cocco sarebbe favoloso, ma ecco un’alternativa ugualmente naturale che pochi conoscono  

capelli

Non sempre bisogna subito ricorrere a prodotti e trattamenti costosi per ripristinare la salute del capello. Qualcuno potrebbe preferire tentare prima qualche soluzione naturale esistente in natura. L’olio di cocco è certamente fra queste perché, se usato correttamente, sembra portare grandi benefici per molte tipologie di capelli.

In commercio è possibile trovarlo in una sua consistenza più liquida, l’olio appunto o in una più densa e nota come burro di cocco. Le temperature, infatti, influiscono sulla consistenza di questo prodotto che può presentarsi trasparente nel primo caso e bianco latte nel secondo.

È comunque necessario precisare che ogni capello reagisce in modo diverso quando si tratta di olio. Conviene sempre, dunque, provarne l’applicazione prima su una singola ciocca di capelli e, poi, estendere il trattamento al resto della capigliatura.

Quando sarebbe opportuno non utilizzarlo

Per volumizzare i capelli sottili l’olio di cocco si dimostra una delle primissime scelte rispettose del cuoio capelluto. I suoi benefici per i capelli fini sarebbero davvero incredibili. Possiamo, addirittura, combinarlo con l’olio di mandorle per preparare a casa uno spray termo-protettore da usare prima di usare il phon sui capelli.

Ma esistono dei casi in cui sarebbe meglio non usarlo sui capelli? Impiegare davvero frequentemente l’olio di cocco da solo potrebbe rendere i capelli sottili meno elastici e più soggetti alla rottura. Questo riguarda le persone con capelli particolarmente secchi, mossi o ricci.

Allora, diventa importante alternarne l’utilizzo con altri oli come la jojoba, l’olio di avocado o sesamo, d’oliva o di mandorle. Oppure, può essere utile combinarlo con prodotti naturali come yogurt o miele di tanto in tanto.

Ma esisterebbe un altro olio altrettanto naturale e valido nella cura dei capelli fragili e per inspessire quelli più sottili.

Per volumizzare i capelli sottili l’olio di cocco sarebbe favoloso, ma ecco un’alternativa ugualmente naturale che pochi conoscono

Si tratta dell’olio di marula, che molti conosceranno anche per i suoi potenziali benefici sulla pelle. L’olio di marula, però, è un potente alleato anche per la salute dei capelli e si ottiene da piccoli frutti simili a prugne.

Dunque, alternare l’utilizzo di olio di cocco e di marula sembra un ottimo modo per preservare spessore ed elasticità del capello.

L’olio, se usato in purezza per circa 20 minuti sui capelli raccolti in un asciugamano caldo, li renderebbe setosi e lucidi. Una confezione di circa 50 millilitri di quest’olio costa all’incirca una decina di euro. In alternativa, il consiglio è di preferire prodotti come shampoo o balsamo che lo indichino sulla loro etichetta.

Approfondimento

Ed ecco perché ne bastano poche gocce per una pelle giovanissima

Consigliati per te