Per scaloppine al limone cremose anche senza burro e così morbide da sciogliersi in bocca basta evitare questi errori

scaloppine

Che si tratti di carne di maiale o di pollo, questo secondo è un vero piatto della tradizione. Prepararlo a mestiere e cuocerlo a puntino è indispensabile per ottenere risultati impeccabili. Cuocere troppo la carne la farebbe diventare dura e secca, lasciarla cruda potrebbe rappresentare, persino, un rischio per la salute.

Ma quali sono i trucchi per cucinare delle scaloppine a regola d’arte? Quali altri ingredienti usare oltre a limone e vino bianco? E quali è possibile escludere o sostituire?

Dopo aver conosciuto alcuni dei segreti per prepararle impeccabilmente, ecco qualche errore da evitare assolutamente.

In cucina non bisognerebbe mai sprecare niente

Le scaloppine al limone fanno parte degli 8 secondi da preparare in anticipo anche il giorno prima, per fare un figurone. Ma per cucinarle alla perfezione bisogna evitare, innanzitutto, di gettare la scorza di limone. Tutti preparano le scaloppine al limone aggiungendo il succo. Eppure, il vero potente aroma del limone è nella sua buccia. Grattugiare un po’ di scorza nel piatto aiuta a insaporire ancor più la carne e far avvertire tutto il profumo del limone.

Per scaloppine al limone cremose anche senza burro e così morbide da sciogliersi in bocca basta evitare questi errori

Un altro errore frequente è aggiungere il limone ancor prima della carne. Il fondo di cottura delle scaloppine dovrebbe essere fatto di solo burro oppure olio. Solo dopo aver cotto un po’ la carne, sarà possibile aggiungere il limone. Aggiungerlo a freddo, a contatto con la carne cruda, indurirebbe solo la carne.

Possibili alternative alla farina sembrano essere l’amido di mais, la fecola di patate o la farina di riso. Usare solo la farina sarebbe uno spreco. Per scaloppine al limone cremose anche senza burro bisogna solo limitarsi a seguire questi preziosi consigli.

Come cucinarle leggere e saporite

Per la variante senza burro avremo bisogno di:

  • 400 grammi di arista di maiale;
  • 50 grammi di farina;
  • 50 millilitri di succo di limone (circa un limone);
  • scorza di limone q.b.
  • 30 millilitri d’olio extravergine d’oliva;
  • sale q.b.

Infarinare le fettine di arista nella farina, dopo averle accuratamente tamponate con carta assorbente. Questo aiuta la panatura a non staccarsi. Poi, premere per fare aderire meglio la farina. Scaldare in padella antiaderente 2 cucchiai d’olio, adagiare le fettine e salarle. Tagliare il limone a metà e spremerne il succo in un contenitore, versandolo, poi, sulle fettine insieme alla scorza. Terminare la cottura e impiattarle con la salsina. Eccole pronte e squisite anche senza aggiungere del burro.

Lettura consigliata

Come cucinare una carne morbidissima senza fumo e odori e cuocerla a puntino in 7 minuti appena

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te