Per pulire senza aceto bruciatori, spargifiamma e griglie del piano cottura anche in ghisa ecco qualche semplice metodo

fornelli

Tra le azioni quotidiane che ripetiamo più volte c’è quella di accendere i fornelli della cucina per preparare qualcosa. A partire dalla prima colazione fino alla cena, può capitare che qualcosa si versi fuori. Del latte bruciato, schizzi di sugo o gocce di grasso possono sporcare il piano cottura ma anche il fornello stesso. Evitare di rimandare la loro rimozione potrebbe costarci meno fatica e una pulizia a prova di suocera. Andiamo per gradi. Di solito nella cucina, oltre al forno elettrico, troviamo il piano smaltato o in acciaio, la griglia che separa i fornelli, i bruciatori e gli spargifiamma, detti anche piattelli.

Passare velocemente un panno o una spugna non risolve molto il problema della pulizia, specialmente se c’è del cibo bruciato. Appena si ha tempo, quindi, sarebbe bene smontare tutto e procedere con dei trattamenti abbastanza facili. Partiamo dalle griglie. Specialmente se in ghisa, sarebbe meglio evitare sostanze troppo aggressive. Basterà immergerle in una bacinella con acqua e detersivo biologico per i piatti, attendere un’ora, risciacquare e lasciare scolare o asciugare con un panno.

Per pulire senza aceto bruciatori, spargifiamma e griglie del piano cottura anche in ghisa senza aceto ecco qualche semplice metodo

Se abbiamo cucinato qualcosa e i fornelli sono incrostati con del cibo bruciacchiato, per prima cosa sarebbe meglio smontarli. In questo modo si potranno pulire a fondo in ogni loro parte. Vediamo come procedere:

  • bruciatore: innanzitutto si potrebbe passare uno spazzolino o uno stuzzicadenti per togliere qualche particella di sporco, poi metterli in una pentola, coprirli d’acqua e versarvi qualche cucchiaio di acido citrico. Fare bollire qualche minuto, poi fare raffreddare e passare una spugnetta sui bruciatori;
  • spargifiamma: mettere gli spargifiamma in una bacinella e coprirli d’acqua a cui va aggiunto mezzo cucchiaino di carbonato di sodio. Dopo 30 minuti passare una spugna, magari dal lato più ruvido se c’è molto sporco, risciacquare e asciugare con un panno pulito.

Il carbonato di sodio si può trovare in buste nei negozi di detersivi e può essere usato per pretrattare il bucato o per pulire e igienizzare il wc, insieme all’acqua ossigenata. Per quanto riguarda, infine, il piano cottura, per una pulizia veloce e profonda, si potrebbe passare un panno bagnato con acqua calda in cui avremo messo delle gocce di limone. In alternativa, prepariamo acqua calda e un po’ di carbonato di sodio.

Per pulire senza aceto bruciatori, spargifiamma o altro, questi metodi potranno essere utili e farci faticare poco.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te