Per le Borse comincia una nuova era sulla strada tracciata dalla Banca americana?

Ftse Mib

Per le Borse comincia una nuova fase, quella del tapering a tassi fermi. Il Presidente della FED, Jerome Powell, nel simposio di Jackson Hole ha dato un colpo al cerchio e uno alla botte. Ha annunciato la riduzione dello stimolo monetario ma ha anche promesso ai mercati che i tassi rimarranno ancora fermi a ridosso dello zero. I mercati azionari a queste parole hanno immediatamente festeggiato e Jerome Powell con questa mossa si è garantito la probabile riconferma alla presidenza.

Adesso molti investitori iniziano a domandarsi se per le Borse comincia una nuova era sulla strada tracciata dalla Banca americana. Di certo per i mercati azionari inizia un nuovo periodo in cui lo stimolo monetario USA sarà progressivamente ridotto, ma i tassi d’interesse rimarranno vicino a zero. Un’era che però durerà solamente qualche mese, perché probabilmente a dicembre la Federale Reserve farà nuovamente il punto della situazione con un occhio all’inflazione. Ma cosa potrà accadere ai mercati azionari nei prossimi mesi?

Per le Borse comincia una nuova era sulla strada tracciata dalla Banca americana?

La prima notazione da fare è che la riduzione dello stimolo monetario (operazione chiamata tapering), avverrà solamente per il mercato americano. La FED applicherà il tapering ma la BCE non lo farà. La Banca Centrale Europea per ora sembra intenzionata a mantenere stabile la quantità di liquidità immessa sui mercati, ovviamente mantenendo fermi i tassi.  Allora, si potrebbe assistere a un cambio di testimone? In base a questa divergenza di strategia tra FED e BCE, le Borse europee potrebbero prendere il testimone da Wall Street e puntare a nuovi record? Dopo la seduta di venerdì quest’ipotesi non sembra ancora in campo, ma potrebbe prendere gradualmente forma nelle prossime settimane.

Venerdì Wall Street ha festeggiato le dichiarazioni di Powell con nuovi record. Invece le Borse europee non sono andate oltre il mezzo punto percentuale di guadagno. La migliore è stata Piazza Affari. L’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) nell’ultima seduta della settimana ha chiuso in rialzo dello 0,5% a 26.006 punti. Ma il nostro listino ha iniziato a salire dopo le 15,00 quando era chiaro che la Borsa USA avrebbe aperto in rialzo. Per ora rimane confermata la convinzione che solamente con Wall Street da record Piazza Affari può risalire e mettere il turbo.

I due livelli a cui prestare attenzione

La seduta di oggi è la prima della nuova settimana ma anche la penultima del mese. Il Ftse Mib in teoria potrebbe ancora raggiungere l’obiettivo dei 27.000 punti entro la fine del mese d’agosto. Certamente i prezzi possono raggiungere questo livello entro la fine di quest’ottava. Per l’indice maggiore di Piazza Affari rimangono due i livelli da tenere sotto osservazione. Se il Ftse Mib supererà i 26.200 punti, potrà spingersi fino in area 26.500 punti. Se i prezzi scenderanno sotto 25.700 punti, allora potranno calare fino a 25.400 punti.

Approfondimento
Il punto sui mercati

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te