Per un’aiuola scenografica e suggestiva ecco i fiori da coltivare e poi mangiare godendoci un’insalata paradisiaca

carciofo

Per assicurarci un’aiuola scenografica e suggestiva ecco i fiori da coltivare e poi mangiare godendoci un’insalata paradisiaca. Hanno foglie violacee sfumate in verde oppure in rosa, ma si trovano anche color bronzo e grigio cenere. Li conosciamo tutti. Ma non sotto il profilo ornamentale.

Sono i carciofi e sono molto suggestivi con le loro foglie frastagliate verde argento. E l’aria solida, vigorosa. Si piantano nel mese di maggio. In poco tempo diventano sfarzosi. Poi sostengono con orgoglio un fiore molto suggestivo che si gusta in mille pietanze.

Hanno una forma affusolata. Oppure una forma morbida a uovo, rotonda e ampia. Il fiore all’apice è sempre voluminoso. Mentre quelli sulle ramificazioni sono sempre piccoli e graziosi. Ecco come coltivarli in modo scenografico in giardino e orto ma anche in terrazzo con l’aiuto degli Esperti di Giardino di ProiezionidiBorsa.

I fiori e le essenze ideali per creare una aiuola scenografica

I carciofi non amano le atmosfere umide dove è necessaria una forte ventilazione. Anche se preferiscono crescere in ambienti miti, possono adattarsi alle fredde Regioni settentrionali. Ma hanno bisogno di una esposizione protetta a nord.

Poiché possono rimanere nella stessa aiuola fino a sette anni, è molto importante lavorare bene il terreno in profondità prima di piantarli e arricchirlo con abbondante concime. In un’aiuola rettangolare possiamo seminare al centro i carciofi. E tutt’intorno la salvia tricolore, l’aglio globemaster e tuberoso. Nonché il senecio e una bella rosa winchester cathedral.

Per un’aiuola scenografica e suggestiva ecco i fiori da coltivare e poi mangiare godendoci un’insalata paradisiaca

Appena la pianta di carciofo comincia a germogliare, annaffiamola con abbondanza per garantirci boccioli pieni e morbidi tra settembre e novembre.

A questo punto possiamo coglierli, eliminare le parti coriacee, tagliare sottilissimo il cuore tenero e dorato. E ora condire con limone e olio senza sale. Aggiungendo scaglie di grana e fave fresche.

L’insalata di carciofo è ottima anche mescolando alcuni petali di rosa non trattata, privati della base. Anzi, diventa paradisiaca.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te