Oltre a zucchero e monete, per mantenere i fiori recisi freschi a lungo bastano questi insospettabili ed efficaci trucchi della nonna

vaso

La stagione dei fiori è iniziata da pochi giorni e già possiamo ammirare ovunque piante e fiori colorati e stupendi. Chi ama i fiori spesso non vuole soltanto prendersene cura, ma anche raccogliere i frutti del proprio lavoro. Avere balconi e giardini pieni di fiori profumati ed incantevoli è bello, ma perché non raccoglierli e tenerli in casa creando un bel bouquet? Che sia per noi stessi oppure per fare un regalo a qualcuno, i fiori sono sempre qualcosa di gradito e piacevole da vedere.

Tuttavia, come molti di noi già sanno, i fiori recisi di norma non durano a lungo. Questo succede per diversi fattori, ma uno tra tutti è senz’altro lo shock del cambiamento totale e repentino di habitat. Fortunatamente, ci sono delle semplici cose che possiamo fare per rendere più duraturi i nostri fiori recisi.

Oltre a zucchero e monete, per mantenere i fiori recisi freschi a lungo bastano questi insospettabili ed efficaci trucchi della nonna

Partiamo dal taglio. Recidere nel modo giusto lo stelo è fondamentale per la sopravvivenza del fiore, che altrimenti potrebbe morire nel giro di poche ore. Il modo migliore per tagliare è quello di usare forbici da giardinaggio sterilizzate e di praticare un taglio obliquo e netto. In questo modo, non trasmetteremo malattie al fiore e lo stelo riuscirà ad assorbire meglio l’acqua. Ogni volta che cambieremo l’acqua, ovvero una volta al giorno, dovremo accorciare lo stelo del fiore di un centimetro.

Vaso

Anche il contenitore ha la sua importanza. Scegliamolo della dimensione e forma adatta al fiore ed adattiamolo a lui ogni qualvolta lo accorceremo. Ricordiamoci di usare un vaso che non sia alto più della metà del fiore, per mantenerlo fresco più a lungo. Inoltre, cerchiamo di non fare entrare le foglie dei fiori a contatto con l’acqua.

Spugna

Se non vogliamo utilizzare il solito vaso possiamo creare una composizione usando una spugna per fiori. In questo caso, ci servirà un contenitore largo, adeguato alla composizione. Bagniamo la spugna, inseriamola in un contenitore adatto alla sua forma e creiamo la nostra composizione floreale. Rabbocchiamo l’acqua, perché la spugna deve essere sempre bagnata, e vedremo che la nostra composizione di fiori recisi durerà a lungo.

Ghiaccio

Oltre a zucchero e monete, anche il ghiaccio è un trucchetto semplice e utile per mantenere freschi a lungo i fiori recisi. Infatti, questi temono il caldo ed è meglio evitare di tenerli dietro ad una finestra o sopra i termosifoni. La mattina e la sera aggiungiamo all’acqua del vaso due cubetti di ghiaccio. In questo modo, la temperatura più bassa ci aiuterà a mantenere freschi i nostri fiori.

Candeggina o aceto di mele e acqua piovana

I fiori recisi muoiono in fretta anche a causa di batteri che si formano nell’acqua. Un metodo semplice ed efficace per prolungare la vita dei nostri fiori è quella di usare due gocce di candeggina oppure l’aceto di mele. In questo modo elimineremo i germi che si formano nel vaso con il passare del tempo e che si possono trovare nell’acqua dei rubinetti. A tal proposito, consigliamo di raccogliere l’acqua piovana ed usarla per bagnare i fiori.

Approfondimento

Oltre al terriccio, ecco come scegliere il substrato migliore per le piante e farle crescere forti e sane senza fatica

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te