Oltre a legumi, frutta e verdura, ecco gli alimenti che i diabetici potrebbero consumare senza particolari problemi

diabete

Chi soffre di diabete sa che per tenere a bada i livelli di zucchero nel sangue, dovrebbe prestare molta attenzione all’alimentazione. Spesso però non è molto netto e definito il confine tra gli alimenti che si potrebbero mangiare e quelli che si dovrebbero evitare.

Per seguire un’alimentazione adeguata, quindi, bisognerebbe innanzitutto fare una distinzione molto importante. Ci sono due diversi tipi di diabete: quello di tipo 1 e quello di tipo 2.
Il primo è caratterizzato da una totale assenza di insulina e generalmente esordisce già in età giovane.
In questo caso, potrebbe non esserci il bisogno di condurre una dieta ipocalorica, anche se si dovrebbero valutare fattori come l’età, il sesso, l’attività lavorativa e fisica.
In linea generale, un’alimentazione corretta potrebbe prevedere 10 o 15% di proteine, 25 o 30% di grassi e 55 o 60% di carboidrati. Quindi, oltre a legumi, frutta e verdura si dovrebbero consumare anche altri alimenti e bisognerebbe mantenere una dieta equilibrata.

Il diabete di tipo 2, invece, che potrebbe insorgere prevalentemente in età adulta, è spesso associato ad obesità o ad un errato stile di vita.
In questo caso, quindi, un approccio corretto potrebbe essere quello di modificare lo stile di vita, aumentando l’attività fisica, e controllare l’alimentazione.
Su quest’ultimo punto, andrebbero preferiti alimenti integrali e cibi non processati, e potrebbe essere utile anche evitare pasti troppi abbondanti. Per non arrivare affamati a ridosso dei pasti, si potrebbero quindi consumare degli spuntini durante l’arco della giornata.
Per quanto riguarda, invece, il consumo di zuccheri è consigliabile non eliminare del tutto gli alimenti che li contengono. Questo, infatti, favorirebbe un aumento delle quote lipidiche e proteiche, provocando alterazioni metaboliche, anche a livello renale.

Quindi, oltre a legumi, frutta e verdura, ecco gli alimenti che i diabetici potrebbero consumare senza particolari problemi

Secondo uno studio della Fondazione Veronesi, chi soffre di diabete dovrebbe consumare pane e pasta integrale, riducendo il consumo di alimenti contenenti i cosiddetti grassi “trans”. Quindi bisognerebbe evitare tutti quei cibi che nelle etichette riportano la presenza di olii e grassi idrogenati o parzialmente idrogenati.
Via libera, invece, a carni magre e bianche, pesce, latte parzialmente scremato, yogurt magro. Per quanto riguarda formaggi e latticini sarebbe consigliato non consumarne più di 2 volte a settimana.

Tra gli alimenti che andrebbero consumati con moderazione rientrano prodotti dolciari, marmellate, miele e cioccolata. Oppure, primi piatti con condimenti grassi, pizze e sostituti del pane. Ed infine, banane, uva, cachi, frutta secca, succhi di frutta ed alcolici.

Lettura consigliata

Chi minimizza e trascura questo comunissimo sintomo forse non sa che potrebbe essere la spia del diabete

Il contenuto di questo articolo è stato letto, corretto e approvato dal referente scientifico, Dr. Raffaele Biello.
Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te