Non soltanto il bianco, per un pieno di sapore e antisettici dovremmo provare la variante rossa di questo comunissimo ingrediente

cucina

La passione per la cucina ci porta spesso a confrontarci su ricette, abbinamenti e tipologie di cottura. Spesso, però, ci dimentichiamo di soffermarci su alcuni ingredienti che riteniamo ovvi. È come se, per guidare un’automobile, ci occupassimo della qualità dell’acceleratore dimenticando la direzione del volante. Tra gli ingredienti che diamo per scontati vi è sicuramente l’aglio.

Un ingrediente che per universale accettazione è fondamentale per fare soffritti e per aromatizzare le nostre composizioni. Ma che troppo spesso dimentichiamo di valorizzare, come se tutti gli agli fossero uguali. Ed è un peccato, perché provare la variante rossa potrebbe essere una scommessa a cui ci affezioneremmo. Il colore non è casuale, ma è dovuto alla presenza di una sostanza, chiamato allicina, in quantità maggiori rispetto all’aglio bianco (che pure ne è fornito). L’allicina è una sostanza che conferisce una marcata proprietà antisettica al nostro prodotto. Questo significa anche un sapore più marcatamente piccantino, che può risultare decisivo per aromatizzare i piatti.

Varie tipologie e una ricetta

In Italia esistono alcune tipologie riconosciute di questa variante saporita. Tra le più famose troviamo indubbiamente l’aglio Rosso di Nubia (o di Paceco o di Trapani) Ha un gusto molto forte che si sposa benissimo con i saporiti piatti siciliani. È l’ingrediente segreto del pesto alla trapanese, di cui abbiamo parlato di recente. Una variante molto poco diffusa ma dal sapore molto intenso e deciso è l’aglio rosso Maremmano. Se avessimo la fortuna di trovarlo, potremmo dargli una opportunità.

Un’altra tipologia rinomata è l’aglio Rosso di Sulmona. Coltivato da secoli in Abruzzo, può essere consumato fresco, in agrodolce e sott’olio. Ed è proprio approfittando della varietà di impiego che potremmo dare una chance a questa ricetta di aglio rosso marinato.

Non soltanto il bianco, per un pieno di sapore e antisettici dovremmo provare la variante rossa di questo comunissimo ingrediente

Ecco allora che per sfruttare appieno il sapore pungente e deciso nella sua interezza, proponiamo una ricetta facile e comoda per un aperitivo dal sapore potente. Può essere proposto quando siamo in compagnia di molte persone. La ricetta può essere preparata anche con altre tipologie di aglio rosso, ovviamente, anche se la tradizione è importante.

Tutto ciò che dobbiamo fare è togliere la buccia e separare gli spicchi di 2 teste d’aglio. Passiamo alla preparazione della marinatura riunendo in una pentola sale e pepe, circa 200 ml di aceto bianco e la stessa quantità di vino bianco, mezzo cucchiaino di zucchero, 2 foglioline di alloro e spezie, quali 2 chiodi di garofano e bacche di ginepro, facendoli bollire. Immergiamo quindi per circa un minuto l’aglio rosso nel composto.

Armiamoci di un barattolo grande (sui 200 ml) a chiusura ermetica o di due barattoli se abbiamo più spicchi d’aglio a disposizione. Preleviamo (senza buttare la marinatura) l’aglio posizionandolo nel contenitore. A questo punto, colmiamo con il composto speziato e chiudiamo.

La fase successiva riguarda l’ebollizione. Inseriamo i barattoli in pentola, e colmiamo esternamente di acqua senza che questa superi i tappi. Procediamo a bollire per circa 30 minuti. Non basterà altro che spegnere il fuoco, prelevare i barattoli con precauzione, o con qualche strumento per non bruciarci, far raffreddare e servire l’aglio per un aperitivo super saporito da mangiare subito con gli amici.

Non soltanto il bianco, per un pieno di sapore e antisettici dovremmo provare la variante rossa di questo comunissimo ingrediente.

Consigliati per te