Non solo con zucchine o alla sorrentina, ecco 8 modi gourmet di condire i paccheri senza romperli in cottura

pasta

Questa tipologia di pasta accompagna bene sughi corposi e ricchi di sapore, sia nella sua versione liscia che rigata. I paccheri sono un formato di pasta solitamente di grano duro, simile a maccheroni giganti. Per ottenere un primo piatto di paccheri spaziale diventa fondamentale centrare la cottura, che dovrà essere morbida, ma consistente. La cottura è fondamentale per evitare che il pacchero possa sfaldarsi in pentola, insieme a una serie di piccoli trucchetti per mantenerne la forma.

Ma quali sono i migliori condimenti in cui tuffare i paccheri per un risultato che soddisfa il palato a 360 gradi? Ecco una selezione di possibili sughi e salse con cui servire i paccheri per fare un figurone. Tra carne, pesce, verdure e paccheri ripieni c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Qualche piccola premessa e alcune idee

È opportuno specificare che i paccheri lisci sembrerebbero più adatti a sughi freschi per la loro cottura omogenea, mentre quelli secchi sarebbero ottimi al forno. Questi ultimi, infatti, per via del rilascio di maggiori quantità di amido durante la cottura, legherebbero meglio il sugo.

Tra i metodi più particolari di preparare i paccheri vi è il coccio, ovvero paccheri accompagnati da un sugo preparato con gallinella di mare. Il condimento è a base di pomodoro fresco e prezzemolo.

Ma gli amanti del pesce non possono non aver provato almeno una volta i paccheri al ragù di spigola, con pomodori pelati e basilico.

I paccheri fritti ripieni di provola e ricotta sono una specialità impanata e filante, da servire caldi su un fondo di pomodoro.

E anche i paccheri gratinati al forno con ricotta e salsiccia rappresentano un piatto perfetto per le domeniche in famiglia.

Non solo con zucchine o alla sorrentina, ecco 8 modi gourmet di condire i paccheri senza romperli in cottura

Ma esistono almeno altri 4 possibili condimenti da provare almeno una volta. Si tratta dei:

  • paccheri con il sugo alle cannocchie;
  • con radicchio e gorgonzola;
  • con pesto di pistacchi, speck e burrata;
  • paccheri con sugo di carne alla napoletana.

Il segreto per non farli aprire in padella

Ora che è chiaro perché bisogna preparare i paccheri non solo con zucchine o alla sorrentina, ma anche con questi condimenti, come non farli rompere? Oltre alla qualità della pasta e al rispetto dei tempi di cottura, anche la quantità d’acqua sarebbe fondamentale. Meglio usare un litro d’acqua ogni 150/200 grammi di pasta. Poi, occorrerebbe girarli sempre delicatamente e con un mestolo di legno.

Lettura consigliata

Molti conoscono il polpo alla luciana ma ecco come cucinare i moscardini con la pasta la pomodoro per un primo piatto bomba

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te