Non ignorare mai questi sintomi se vuoi proteggere la tua salute

sintomi

“Ma stai tranquillo, passerà, sarà probabilmente solo la stanchezza”. Quante volte ti sei sentito dire questa frase quando raccontavi di non stare bene? Insomma, puoi dire di avere un mal di testa. Puoi lamentare il fatto che ti senti spossato. O puoi comunicare ad amici e familiari che non riesci ad avere le forze per affrontare la giornata. La risposta solitamente è sempre la stessa. Bene, a volte questa frase è più che veritiera. È possibilissimo, infatti, accusare questi sintomi se abbiamo portato il nostro corpo allo stremo delle forze. Ma altre volte non è così. E la cosa migliore che tu possa fare, se stai male in maniera costante, è non ignorare mai questi sintomi, se vuoi proteggere la tua salute. Un controllo è più che necessario.

Perché è importante non ignorare i sintomi

I sintomi sono semplicemente i messaggi che il corpo ci manda per avvisarci che qualcosa non va. Non c’è molto altro da dire. Se a volte possiamo avere dei problemi per la stanchezza, il nostro organismo ci avvisa. E ci dice che dobbiamo assolutamente stare a riposo se vogliamo rimanere in salute. Altre volte, però, la reazione del nostro fisico è più forte. E, forse, in modo prepotente, cerca di dirci che dobbiamo fare attenzione a dei segni in particolare. Vediamo quali.

La malattia di Lyme potrebbe presentarsi come un mal di testa o un dolore articolare

A darci maggiore informazioni è Nicole Green, vicedirettrice dell’OWH (Ufficio americano per la salute delle donne). Lei in prima persona ha sperimentato come ignorare alcuni sintomi non possa far altro che creare un danno irreparabile. E ci parla nello specifico della malattia di Lyme. Conosciutissima perché causata anche dal morso di una zecca, si tratta di un problema che può avere delle conseguenze gravissime. E i sintomi assolutamente da non ignorare sono mal di testa, dolori articolari molto frequenti, vuoti di memoria e artrite. Perciò, non ignorare mai questi sintomi se vuoi proteggere la tua salute. E se li hai tutti, e di frequente, vai subito dal tuo medico curante.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te