Non buttiamo via questi biglietti perché potrebbero valere oro e potremmo guadagnarci un po’ di soldi

biglietti

Una cosa non ci serve più e quindi la buttiamo. Ormai comprare cose nuove e buttare via quelle vecchie è diventata una grande abitudine. Spinti dalla velocità della vita e dalla insignificante necessità di avere qualcosa di nuovo, solo perché di moda o perché ultimo modello, allora noi acquistiamo senza pensare. Molte volte però non ci rendiamo conto che alcuni oggetti, anche se vecchi, possono avere un bel valore. E quindi non buttiamo via questi biglietti perché potrebbero valere oro e potremmo guadagnarci un po’ di soldi.

Il primo SMS è stato venduto per 107 mila euro

Potremmo essere scettici sul valore di una cosa che risale al passato. Ma qualche giorno fa hanno venduto per 107mila euro il primo SMS da parte di Vodafone a un suo cliente. Il messaggio conteneva degli auguri di Natale e risaliva al 3 dicembre del 1992. Un offerente anonimo si è aggiudicato la replica precisa e unica del protocollo di comunicazione originale che ha mandato il messaggio. La cifra è stata poi devoluta all’UNHCR, Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati. Nessuno mai si sarebbe aspettato di vedere in vendita il primo SMS, eppure è andata proprio così.

Non buttiamo via questi biglietti perché potrebbero valere oro e potremmo guadagnarci un po’ di soldi

Sicuramente non potremo mai vendere dei biglietti a 107mila euro, almeno oggi, in futuro chissà. Quello che però è certo è che ci sono moltissimi collezionisti che sono disposti a pagare cifre interessanti per dei biglietti vecchi. Questi possono essere biglietti di concerti, di partite, di avvenimenti particolari e anche di gare di moto e macchine. Ad esempio online ci sono i biglietti di Roma-Liverpool coppa dei campioni 1984 a 89,99 euro. Ci sono svariati biglietti dei concerti di Bob Dylan venduti a 40 euro.

Ma possiamo trovare biglietti anche a livello economico più interessanti. Infatti ci sono i biglietti Brasile-Italia finale della coppa del Mondo USA del 1994 venduti a 3.900 euro. Insomma sembra proprio che anche un biglietto vecchio abbia un suo valore.

Quindi, invece di buttarlo nella carta, perché non venderlo se proprio non vogliamo tenerlo a casa? Mal che vada possiamo tirarci su qualche soldo, se poi sono 3.000 euro come quello Brasile-Italia allora la fortuna è dalla nostra parte.

Per capire se un biglietto ha del potenziale possiamo farlo vedere a qualche collezionista che ci saprà dire il prezzo di mercato e se effettivamente c’è interesse oppure no.

Approfondimento

Non bicarbonato e limone, ma questo prodotto lascerà la spazzatura profumata e igienizzata nella pattumiera.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te