Materasso a molle è ancora in auge?

materasso

Dormiamo per circa un terzo della nostra esistenza e, manco a dirlo, la funzione attribuita al sonno è importantissima e vitale. Il recupero e il ristoro generale che si ha solo di notte, ci consente infatti di affrontare con energia il giorno successivo. Negli anni l’industria dei materassi ha fatto passi da gigante, ed oggi i suoi modelli più recenti ed avanzati permettono livelli di comfort un tempo impensabili. Ciononostante, sono ancora i materassi a molle i più venduti sul mercato. Come spiegare quest’apparente contraddizione? Vediamo di capirne di più sull’argomento e soprattutto di appurare se il materasso a molle è ancora in auge sul mercato.

Il materasso a molle nella versione classica

Nella sua versione classica, le molle a spirale sono tenute insieme alla base, da altre molle dello stesso tipo, ma decisamente più piccole. Sono materassi di facile progettazione e realizzazione, hanno dei costi di produzione inferiori e sono strutturalmente più resistenti. Questa tipologia di materasso ha tuttavia lo svantaggio di limitare l’autonomia di movimento. In altre parole la pressione esercitata da un peso su una molla, verrà distribuita e trasferita a quelle a lei più vicine. Un inevitabile effetto che si determina è che ad esempio il movimento del partner verrà avvertito lungo tutta la superficie del materasso.

La versione evoluta

Le versioni più evolute di questo prodotto presentano molle insacchettate o indipendenti: ogni molla è cioè autonoma in questi sacchetti. Il collegamento tra tutti i sacchetti  è garantito mediante incollaggio e termo-sigillatura. In tal modo ogni singola molla si muoverà in autonomia, senza influenzare il movimento della altre.

Inoltre con questa modalità è possibile realizzare un materasso con molle a zone differenziate, per spessore e per resistenza. Esse terranno in considerazione le diverse distribuzioni del peso del corpo umano. Sono un pò più costosi dei materassi a molle tradizionali.

Il materasso a molle è ancora in auge

Il materasso a molle, come detto, risulta essere ancora oggi tra i più venduti, specie nella versione evoluta delle molle indipendenti. È traspirante e più adatto ai climi caldi. La tendenza tipica del materasso a molle è di spingere verso l’altro il peso del corpo. È economico, strutturalmente può durare anche 10 anni. Ha però una certa rigidità che molti, per tanto tempo, hanno identificato con la caratteristica ortopedica. Il confort è tuttavia soggettivo. Perciò il consiglio è sempre quello di recarsi  presso i rivenditori e provarlo di persona, prima di procedere all’acquisto.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te