Lo sapevi che il tonno in scatola è una delle cause dell’alitosi?

tonno

Le mascherine stanno in parte nascondendo il problema che molti di noi si trovano ad affrontare quotidianamente: l’alitosi. Avere infatti un alito non particolarmente profumato, può diventare addirittura in casi estremi, un fenomeno di distanziamento sociale. Soprattutto per chi lavora col pubblico, o a stretto contatto coi colleghi, l’alito pesante può essere un fattore discriminante. Ricorrere a caramelle e gomme da masticare è un semplice palliativo, che rischia però di compromettere sia la salute dei denti, che quella di fegato e intestino. Ecco allora che i nostri Esperti della Redazione vi ricordano quali sono gli alimenti da segnare col circoletto rosso. Lo sapevi che il tonno in scatola è una delle cause dell’alitosi e magari ne sei goloso?

Il problema del pesce

Il pesce è un alimento sicuramente indispensabile nella nostra dieta. Le sue proteine sono fondamentali per il mantenimento del tono muscolare, e l’omega3 di cui è ricco svolge un ruolo basilare per il nostro cuore. Ma, di natura, il pesce si contraddistingue per quel suo odore e sapore amaro e caratteristico. Non dipende solo da come lo cuciniamo, ma il pesce e il tonno in scatola in particolare, possono provocare problemi all’alito. Per evitare ciò, controlliamo sempre che il pesce che portiamo in tavola sia fresco.

Il caffè

Non ce ne vogliate cari Lettori, ma la caffeina è riconosciuta dagli studi alimentari come una delle principali cause dell’alitosi. Questo perché essa va a incidere sulla produzione della saliva, riducendola in modo esponenziale e aumentando così i batteri presenti in bocca. Se non vogliamo rinunciare al piacere della bevanda più amata, ricordiamoci comunque questo suo rovescio della medaglia.

Vino e birra

Lo sapevi che il tonno in scatola è una delle cause dell’alitosi, ma vino e birra seguono immediatamente a ruota? Non ci vuole certo un genio per capire e sentire quando abusiamo di alcol. Quando ci fermano gli agenti di pubblica sicurezza e abbiamo alzato il gomito, rischiamo immediatamente l’etilometro. Vino, birra e superalcolici sono però anche motivo di puzza del nostro alito. Colpa del processo di disidratazione causato dall’alcol stesso, che compromette anche la produzione della saliva.

Approfondimento: Come anticipare a tavola il cambio di stagione, senza perderne in salute

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te