La prima IPO del 2020 ha guadagnato il 70% dal suo debutto a Piazza Affari. Cosa attendersi per il futuro?

gvs

GVS, la prima IPO del 2020 ha guadagnato il 70% dal suo debutto a Piazza Affari. È questa la straordinaria performance del titolo che già nel giorno del suo debutto a Piazza Affari ha stupito per l’enorme quantitativo di ordini in acquisto. La domanda complessiva ha superato 6 volte l’offerta, per un totale di 3,4 miliardi di euro.

Nonostante le incertezze legate alla pandemia da coronavirus, il titolo ha continuato a macinare guadagni con una performance del 70%  negli ultimi sei mesi che gli ha permesso di fare meglio sia del settore di riferimento che del mercato italiano.

Secondo l’unico analista che copre il titolo, però, la corsa è giunta al capolinea. Il consenso, infatti, è Hold e il prezzo obiettivo esprime una sopravvalutazione del 17%.

Cosa attenderci per i prossimi mesi?

La prima IPO del 2020 ha guadagnato il 70% dal suo debutto a Piazza Affari. Le attese secondo l’analisi grafica e previsionale

Il titolo GVS (MILGVS) ha chiuso la seduta del 23 dicembre a quota 15,3 euro in rialzo dello 0,46% rispetto alla seduta precedente.

Time frame giornaliero

La tendenza in corso è rialzista ma sta trovando un fortissimo ostacolo in area 15,4 euro.

Una chiusura giornaliera superiore a questo livello farebbe accelerare al rialzo fino al II obiettivo di prezzo in area16,54 euro. La massima estensione del rialzo in corso si trova in area 18,42 euro.

Una chiusura giornaliera inferiore a 14,68 euro farebbe scattare una proiezione ribassista con obiettivo verso i minimi del mese.

Se, però, osserviamo alcuni dettagli sul grafico, ci rendiamo conto che potremmo essere alla vigilia di un movimento ribassista. Durante il mese di dicembre c’è stato un solo giorno con forti volumi ed è coinciso con una seduta al ribasso. Lo Swing Indicator è impostato al ribasso.

Fare, quindi, molta attenzione e attendere chiari segnali rialzisti prima di entrare in acquisto.

gvs

GVS: proiezione rialzista in corso sul time frame giornaliero. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame settimanale

Nel medio termine, invece, l’impostazione è saldamente rialzista e non si intravedono pericoli all’orizzonte. Solo una chiusura settimanale inferiore a 15,01 euro (I obiettivo di prezzo) metterebbe in crisi lo scenario rialzista.

Al momento, quindi, lo scenario più probabile è quello che vede le quotazioni dirigersi verso il II obiettivo di prezzo in area 18,43 euro. La massima estensione del rialzo si trova in area 21,94 euro.

gvs

GVS: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Consigliati per te