Ipotesi di troncatura ciclica sul Ftse Mib

ftse mib

Il nostro indice Ftse Mib sta andando incontro ad una ipotesi di troncatura ciclica?

Ma che cosa significa troncatura ciclica?

Partiamo, nella nostra analisi, proprio da questo concetto, caratteristico della teoria dei cicli.

Ipotesi di troncatura ciclica sul Ftse mib

Ci agevola, nella spiegazione, il seguente grafico, a barre daily, del Ftse Mib.

Grafico 1 Ftse Mib

Per ciclo intendiamo un movimento di prezzo da un minimo ad un successivo minimo, dal che consegue che possiamo avere cicli di durata diversa.

I cicli individuati a partire dal ribasso dello scorso anno, in ottica di medio termine, sono rappresentati dai semicerchi verdi.

Le linee verticali nere suddividono questi cicli in quattro sottocicli, ognuno dei quali, a sua volta, costituisce un ciclo minore.

Entrambi i cicli sono rialzisti, caso in cui il massimo si forma nel terzo o quarto sottociclo.

Solitamente, però, il quarto sottociclo anche nei cicli rialzisti costituisce la parte maggiormente ribassista, che termina con un bottom, dal quale riparte il nuovo ciclo.

In alcuni casi, invece, ci troviamo di fronte ad una troncatura ciclica.

Caratteristiche della troncatura ciclica

In caso di troncatura ciclica non assistiamo alla formazione di una dinamica ribassista, nel quarto sottociclo, ma rialzista.

I prezzi vanno al rialzo e, invece di chiudere sotto il livello di apertura del quarto sottociclo, chiudono al di sopra di questa.

Proprio considerando, quindi, sia l’ipotesi canonica di fase ribassista, che quella rialzista della troncatura, nel grafico sopra sono evidenziate queste due diverse ipotesi con due diverse frecce, nera e rossa.

Ma perché troncatura ciclica?

Nel caso di un quarto sottociclo rialzista, in realtà, secondo la prevalente teoria dei cicli, il quarto in realtà non si è verificato, ed il ciclo è stato troncato anticipatamente. Proprio perché, invece di un quarto sottociclo ribassista, assistiamo al primo sottociclo rialzista di un nuovo ciclo.

Se quindi questo quarto sottociclo fosse al rialzo, in realtà si trasformerebbe nel primo sottociclo ed un nuovo ciclo ripartirebbe.

Dove si collocherebbe il minimo di questo nuovo ciclo?

Evidentemente, sul minimo di quello che doveva essere il quarto sottociclo.

Un grafico spiega meglio il sopra indicato concetto, come segue.

troncatura ciclica

Qualora venisse confermata questa ipotesi, ne deriverebbe anche un’importante conseguenza per il lungo termine.

Saremmo infatti in presenza di un ciclo nuovo ed il primo sottociclo, a questo punto rialzista, proietterebbe al rialzo l’intero ciclo, con un massimo che dovrebbe quindi verificarsi non prima della metà, quindi non prima di inizio settembre.

Il che, a sua volta, implicherebbe che il ciclo avrebbe un certo lasso temporale per confermare la rottura definitiva anche della resistenza di lungo termine.

A cura di Gian Piero Turletti, autore di “Magic Box” e “PLT

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te