Investire sulle materie prime e avere anche un dividendo

investire-materie-prime

Solitamente si pensa che chi vuole investire in commodities, difficilmente può sfruttare i dividendi. Errore. Esiste il modo per investire sulle materie prime e avere anche un dividendo.

Altri modi per investire

In molti ritengono, erroneamente, che l’unico settore che stacca dividendi, peraltro anche molto generosi, su una materia prima, è quello petrolifero. Ovviamente prima della crisi del barile e i tagli sui dividendi registrati in queste settimane. In realtà ci sono dei modi per investire sulle materie prime e avere anche un dividendo. Bisogna però prima specificare che l’universo delle commodity è estremamente vasto. Ognuna di loro ha un comportamento a sé stante. Volendo si possono raggruppare in macro aree (una prima differenza è con le cosiddette soft commodities) ma resta il fatto che si parla di un universo dalle molteplici sfaccettature.

Non solo oro e petrolio

Il classico esempio è quello, già accennato, di oro e petrolio. Ma l’universo commodity non è solo oro e petrolio. Il rame, ad esempio, è visto di buon occhio dagli analisti perché autoigienizzante e quindi utile contro il coronavirus. Oppure, tra i casi eclatanti, in molti ricordano ancora il rally del palladio. Grazie al suo uso nelle marmitte catalitiche e nelle comunicazioni, ha visto i 2.500 dollari a gennaio per poi scendere, in questo momento intorno ai 1.830 dollari. La rivoluzione nel settore dei trasporti, dell’uso sempre più ampio di Internet e nelle  nuove frontiere dell’energia potrebbe inoltre diventare un’ulteriore variabile per le quotazioni di alcune materie prime. Attualmente investire nelle materie prime come bene fisico, soprattutto in Italia, non è una strategia di trading particolarmente diffusa. Questo è stato favorito anche dal fatto che non porta alcun dividendo.

Investire nelle materie prime e avere anche un dividendo

Anzi, in settori come quello dei metalli preziosi o dei gioielli, bisogna tenere in conto anche le spese per una eventuale custodia. Ma c’è la possibilità di investire nelle materie prime e avere anche un dividendo? Volendo fare un discorso a livello internazionale ci sarebbero nomi non molto conosciuti all’opinione pubblica come Sociedad Quimica y Minera de Chile SA. Si tratta di un’azienda che estrae e produce minerali speciali e sali correlati. In altra parole, materiali indispensabili per la fabbricazione di oggetti altrettanto indispensabili come le batterie per smartphone e auto elettriche. Il suo rendimento, attualmente, gravita intorno al 4,7%.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te