Gli errori da non fare quando si usa la candeggina

casa

Come sappiamo la candeggina è un importante  alleato per la casa, disinfetta e sbianca.
Bisogna però essere a conoscenza di alcune cose molto importanti che potrebbero andare a rovinare il risultato finale.

Ecco gli errori da non fare quando si usa la candeggina

Per disinfettare  le superfici  la candeggina può essere anche diluita.

L’Associazione dei Servizi di Pulizia Residenziale Internazionale (ARCSI), afferma che la candeggina, non dovrebbe mai essere mescolata con alcuni dei seguenti prodotti, l’aceto, l’ammoniaca, e il Pine- Sol.

L’aceto

Quando la candeggina viene mescolata all’aceto, si vengono a creare dei gas cloro, molto irritanti per gli occhi e alle vie respiratorie.

L’ammoniaca

La candeggina, mescolata con l’ammoniaca, crea cloramina, un gas simile al gas cloro. L’esposizione alla cloramina, comporta mancanza di respiro e dolori al petto.

Il Pine – Sol

Se si mescola la candeggina con il Pine – Sol, famoso detergente, si creerà gas cloro.

L’uso dei guanti

Quando si usa la candeggina, bisogna sempre indossare i guanti, per evitare irritazioni, allergie e dermatiti della pelle.

Tra gli errori da non fare quando si usa la candeggina abbiamo anche il lavaggio delle verdure.

Non lasciare verdure nella candeggina.

Occorre fare attenzione all’uso della candeggina per disinfettare le verdure. Lo si può fare, ma a basse percentuali.
Lasciarle in ammollo in tre litri di acqua potabile con un cucchiaino di candeggina.
Una volta fatto, sciacquare il tutto con acqua corrente. La candeggina, deve essere etichettata idonea per questa operazione.

Ulteriori consigli

Concederle il tempo di agire

Quando si disinfetta con la candeggina, bisogna darle il tempo di agire per almeno un minuto, perché se evapora troppo presto, non si avrà alcun risultato.

Usare troppa candeggina nel bucato

La candeggina potrebbe rovinare i capi, specialmente se viene utilizzata troppo. I tessuti e la resistenza del bucato potrebbero risentirne.
Si consiglia di leggere attentamente l’etichetta, perché alcuni tessuti non possono essere sbiancati, oppure si può fare un test su una cucitura interna.
Prendere un tampone e bagnarlo con l’acqua e candeggina, tamponare la parte indicata. Se il colore resta, allora la si può utilizzare.

Non usare su superfici metalliche

La candeggina non deve essere applicata sul rame o acciaio inossidabile, perché potrebbe corrodere e lasciare delle macchie.
Non utilizzare candeggina e ammoniaca per eliminare la ruggine. Questo procedimento fisserà la macchia e renderà più difficile la rimozione.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te