Funghi farciti con erbe aromatiche e formaggio, una ricetta tutta autunnale

funghi

Sono arrivate le piogge e allora si va a caccia di funghi. Ecco a voi una ricetta buonissima che potrete fare in casa senza difficoltà. Funghi farciti con erbe aromatiche e formaggio, una ricetta tutta autunnale!

In montagna dopo la pioggia

L’autunno è il momento ideale per raccogliere i funghi. Si aspettano le piogge e poi si parte. Quando si va per boschi a caccia di funghi, bisogna dapprima munirsi di permesso da chiedere alle autorità del posto. Altra accortezza da avere è di risistemare bene il terreno dopo aver raccolto il fungo. Questa piccola operazione permette la sua ricrescita.

Una volta lasciata la montagna, bisogna far controllare i funghi raccolti, per evitare errori fatali.

Svolte queste operazioni preliminari, i funghi sono pronti per la padella. La cosa migliore, è di consumarli il giorno stesso, affinché mantengano tutto il loro profumo.

Funghi farciti con erbe aromatiche e formaggio, una ricetta tutta autunnale

Si prendono i funghi, non si lavano, ma si puliscono con della carta assorbente da cucina molto delicatamente. Proprio per non eliminare il loro profumo. Si toglie il gambo, si taglia un poco in alto il cappello e si toglie la pelle.

I gambi tritati si mettono in padella con sale, olio EVO, limone e uno spicchio d’aglio. Una volta cotti si lasciano raffreddare. I cappelli del fungo li lasciamo cinque minuti nel sale.

Ora si prepara il pane aromatizzato. Si prende del pane raffermo a cui si toglie la scorza e si inumidisce, capperi tritati, origano, prezzemolo tritato e timo. Aggiunte del formaggio di mucca, del pomodoro fresco tagliato a cubetti e tuorli d’uovo senza albume, per avere un composto morbido.

Mescolate il tutto con i gambi nella proporzione di 50% gambi e 50% pane aromatico. Infine, formate come delle polpette, che si mettono in forno preriscaldato a 180°. Basta meno di un quarto d’ora per avere dei funghi farciti semplicemente buonissimi.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te