Ecco perché si dovrebbe acquistare un dispositivo indossabile

smartwatch

Wearable si o wearable no? L’Apple Watch è ormai arrivato alla sua versione 6 ed è uno status symbol riconosciuto un po’ dovunque. Non più un semplice accessorio per sportivi ma un vero compagno per la vita di tutti i giorni. Permette di telefonare, ascoltare musica, e di fatto uscire senza iPhone in tasca non rinunciando alle funzioni di comunicazione basilare. Perfino inviare messaggi di testo è ormai cosa facile sia tramite il riconoscimento vocale che con l’input di scrittura digitale.

Ma il dispositivo da polso della casa di Cupertino è solo la punta dell’iceberg. Gartner riporta in uno studio recente che in tutto il mondo, solo durante il 2019, si sono spesi 69 miliardi di dollari per l’acquisto di un dispositivo wearable. Il 49% in più dei 12 mesi precedenti. E questo trend è destinato a crescere: si prevede un picco di quasi 95 miliardi entro il 2022.

Ecco perché si dovrebbe acquistare un dispositivo indossabile

Sicuramente le migliorie tecnologiche faranno crescere ulteriormente l’utilizzo dei dispositivi indossabili. ProiezionidiBorsa.it ha spesso riportato per i suoi lettori i vantaggi di questi oggetti. Già oggi le funzioni built-in delle cosiddette ‘sportband’, ovvero i bracciali da fitness utilissimi agli sportivi sono completissime e variegate. Si va dalle semplici notifiche sincronizzate con lo smartphone, al controllo del battito cardiaco, fino ad alcuni modelli che montano accelerometro e altri sensori.

Tutte funzioni che possono creare vantaggio anche da un punto di vista di controllo dei dati sanitari. Alcuni smartwatch consentono di rilevare se chi lo indossa è caduto e, se non provvede a rialzarsi entro pochi secondi, di inviare automaticamente un SOS a contatti preimpostati e ai soccorsi sanitari. Davvero un salvavita!

Ecco perché si dovrebbe acquistare un dispositivo indossabile

Altra funzione simile è il monitoraggio dell’ossigenazione, che – com’è noto – è uno dei valori più importanti da tenere d’occhio in caso di Covid-19.
Lo studio di Gartner evidenzia però che il miglioramento più forte è stato quello nel mercato degli auricolari, come AirPods e Samsung Earbuds. Addirittura un aumento del 124% con un valore di quasi 33 miliardi di dollari!

Consigliati per te