Ecco perché non devi dormire con la coda

coda

Se porti i capelli lunghi probabilmente ti poni il problema di come sistemarli per andare a dormire.

In un precedente articolo abbiamo suggerito alcuni tra i metodi per proteggerli durante la notte e svegliarsi con la chioma in ordine. Leggendolo noterai che abbiamo sottolineato come sia importante evitare acconciature strette, o che creano trazione e peso a carico delle radici.

E ti accorgerai inoltre, che mentre consigliamo trecce, cuffie e fasce morbide, non abbiamo consigliato la classica coda di cavallo.

Questo tipo di acconciatura potrebbe danneggiare i tuoi capelli

Portare per molto tempo i capelli raccolti in una coda di cavallo sottopone i follicoli capillari a una tensione prolungata.

Se inizialmente il tutto può sfociare “solo” in un lieve fastidio, alla lunga potrebbe causare un’alopecia da trazione.

Questo tipo di alopecia è dovuto al processo infiammatorio che la trazione eccessiva scatena attorno al follicolo. Le conseguenze sono una progressiva miniaturizzazione dei follicoli capillari e una graduale perdita di densità della capigliatura.

È possibile che prima che ciò accada si manifesti dolore, irritazione e piccoli sfoghi simili a foruncoli sulla cute, ma non sempre accade.

Il rischio nasce quando le acconciature stressanti per i follicoli sono tenute per molte ore. Per questo problema si pone nel caso dell’uso di extension, oppure durante la notte. Ecco perché non devi dormire con la coda!

Per fortuna, generalmente l’alopecia da trazione è reversibile se si elimina la causa scatenante e si cura l’infiammazione.

Ecco perché non devi dormire con la coda, nemmeno se bassa e lenta

Una coda bassa, allentata e legata con un elastico morbido potrebbe evitare il problema della trazione e non costituire un rischio.

Tuttavia dormire con la coda non è particolarmente indicato, perché non protegge i fusti dallo sfregamento.

A differenza di una treccia, la coda lascia le ciocche libere di arruffarsi, si formeranno nodi e gli steli sfregheranno tra loro e sul cuscino.

 

Approfondimento

Ti fanno male i capelli? Si chiama tricodinia, ecco cos’è e come trattarla

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te